QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Regione Lombardia, via libera a documento su posta recapitata a giorni alterni: “Decisione da rivedere, piccoli comuni danneggiati”

martedì, 5 aprile 2016

Milano – E’ stato unanime il voto del Consiglio regionale sulla proposta del consigliere Luca Marsico (FI), sottoscritta da tutti i gruppi consiliari, di chiedere alla Giunta regionale di appuntare un fiocco giallo sul Gonfalone della Regione in segno di solidarietà con i due fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, fino a quando i due militari “saranno scagionati da ogni ingiusta accusa e potranno tornare liberamente in Italia”. Poste italiane

Via libera anche a documento su posta recapitata a giorni alterni: “Decisione da rivedere, piccoli comuni danneggiati”

Il recapito a giorni alterni della corrispondenza da parte di Poste italiane finisce all’attenzione del Consiglio regionale. L’Assemblea regionale ha infatti approvato all’unanimità una mozione presentata dalla Lega Nord (primo firmatario Roberto Anelli) col quale si impegna la Giunta ad approfondire la questione e ad attivarsi con l’obiettivo di mitigare l’impatto della decisione e, se possibile, sostituirlo con altri modelli di recapito meno svantaggioso per i piccoli comuni. Nel documento si fa notare che la corrispondenza a giorni alterni “inciderà negativamente per l’ennesima volta sui territori più fragili”. La mozione definisce la decisione della consegna della corrispondenza a singhiozzo “comunque troppo gravosa”. Da qui la richiesta che la decisione sia “rivista e ridimensionata”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136