QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Puntualità, pulizia ed efficienza: il piano di rilancio Trenord in Valle Camonica. “Decisivi i prossimi mesi”

giovedì, 29 gennaio 2015

Edolo – Puntualità e servizio efficiente. Anche sulla linea della Valle Camonica. E’ il progetto di Trenord che ha lanciato una sfida illustrando l’iniziativa  ”Un’azienda, un obiettivo: puntualità”. La camuna Cinzia Farisé, amministratrice delegata di Trenord ha indicato i punti qualificanti che interessano sei direttrici ferroviarie. L’obiettivo tocca anche altre linee, tra cui la Edolo-Breno-Brescia.

IL PIANO D’AZIONE 

Trenord, la società che gestisce il trasporto ferroviario in Lombardia, ha deciso un pCinzia Fariséiano di azioni per recuperare la puntualità del treni. L’ad Cinzia Farisé (nella foto a destra), in una conferenza stampa con il presidente della Regione Roberto Maroni, ha detto che dal 72% di treni arrivati entro i 5 minuti di ritardo nel 2014 l’obiettivo è di portare nel 2015 l’indice di puntualità ad “almeno l’82%” per arrivare “gradualmente al 90%” entro la fine del 2018.

Per stimolare l’azienda a raggiungere l’efficienza in termini di puntualità, ha spiegato l’ad Farisé, Trenord ha deciso di premiare i dipendenti che saranno di aiuto: con un premio trimestrale ai progetti che consentono di apportare un miglioramento del servizio; un premio mensile e annuale denominato ‘Top Gun’ per gli equipaggi con le migliori performance di puntualità; un premio mensile e annuale ai migliori reparti di manutenzione dei treni. Fra le novità del 2015, l’apertura nel mese di febbraio di un’unica sala operativa di Trenord, che controllerà il traffico su tutta la rete dalla sede di Milano Fiorenza, al posto delle due attuali a Saronno (Varese) e Milano Greco (Milano).

DANNEGGIAMENTI

Nel 2014 è “cresciuto il numero di atti vandalici gravi”, in media uno al giorno, contro i treni di Trenord, per un costo complessivo di 8 milioni di euro, a cui si aggiungono 2 milioni per l’aumento dell’attività di vigilanza: è quanto ha detto l’ad della società ferroviaria, Cinzia Farisé, in una conferenza stampa sul piano per il recupero di puntualità con il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni. La stessa Farisé ha indicato in un “20% l’evasione quotidiana” sui servizi ferroviari. “Vogliamo recuperare i mancati introiti”, ha spiegato l’ad di Trenord che, parlando anche del problema del calo di puntualità nel 2014, ha detto di aver trovato al suo arrivo alla guida della società due mesi fa “una montagna di problemi che finalmente abbiamo iniziato a mettere in fila e affrontare”.

In merito al decoro dei treni, Farisé ha anche usato un’immagine forte, per spiegare con un aneddoto l’impatto avuto con il servizio ferroviario lombardo, per il quale ha lasciato un incarico professionale all’estero: “Al primo viaggio che ho fatto (per rendermi conto della situazione, ndr), ma non vi dico da quale stazione, mi sono detta ‘sono ancora in India’, anche se in India non ci sono graffiti sui treni”. Il piano di Trenord per il recupero di puntualità nel servizio ferroviario locale “è concreto, molto ambizioso ma ineludibile, visto il peggioramento complessivo delle performance durante il 2014″. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, con l’ad di Trenord, Cinzia Farisé. “La puntualità è quello che chiedono i viaggiatori – ha aggiunto Maroni -, questo è l’obiettivo che dobbiamo raggiungere e questo piano mi pare risponda in pieno all’ambizione. Siamo molto soddisfatti e saremo al fianco dei pendolari”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136