QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Promozione patrimonio immateriale lombardo, finanziati 19 progetti dalla Regione: fondi anche in Valle Camonica

domenica, 6 agosto 2017

Breno – “Grazie all’ulteriore sforzo economico della Giunta regionale che ha stanziato 386.000 euro finanziamo 19 progetti, praticamente in tutti i territori lombardi, per la valorizzazione e la promozione del nostro straordinario patrimonio immateriale”. Lo ha detto l’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie della Regione Lombardia, Cristina Cappellini, illustrando la pubblicazione della graduatoria del nuovo bando sul patrimonio immateriale.

cappellini assessore lombardiaBANDO CHE HA DATO OTTIMI RISULTATI “Sono davvero soddisfatta – ha proseguito l’assessore – dell’esito di questo bando, a cui tenevo particolarmente, perche’ siamo riusciti a finanziare la stragrande maggioranza dei progetti presentati, perfettamente in linea con le nostre politiche culturali identitarie. Un’altra dimostrazione di quanto gli strumenti messi in campo dalla Regione siano, negli anni, sempre piu’ apprezzati dagli operatori e dai territori lombardi”.

VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMATERIALE TRA LE PRIORITA’ – “Per noi – ha spiegato Cappellini – la valorizzazione del patrimonio immateriale rappresenta un elemento imprescindibile del programma di governo. In questi anni di lavoro sono diversi gli strumenti e le iniziative che abbiamo messo in campo: oltre agli investimenti economici, abbiamo organizzato importanti momenti di confronto con le principianti realta’ del territorio che, come noi, hanno a cuore la salvaguardia delle tradizioni e delle identita’ delle proprie comunita’”.

LE NOVITA’ NON SONO FINITE – “I successi della cultura lombarda non finiscono qui – ha concluso l’assessore – tenendo conto poi che l’Anno della Cultura e’ appena iniziato. Posso gia’ anticipare che nei prossimi giorni comunicheremo i nuovi contributi grazie ai quali potremo finanziare altri eventi, dalle mostre ai festival, dai musei alle biblioteche, fino alle produzioni cinematografiche”.

PATRIMONIO IMMATERIALE, CAPPELLINI: CON ULTERIORI 386.000 EURO FINANZIAMO 19 PROGETTI – BRESCIA

Di seguito i progetti della provincia di Brescia che potranno beneficiare di un finanziamento di 53.785 euro cosi’ come previsto dalla graduatoria del nuovo bando fortemente voluto dall’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie della Regione Lombardia, Cristina Cappellini, per proseguire il percorso di valorizzazione del patrimonio immateriale lombardo.

1) LINEA 1, Manifestazioni rituali e festive tradizionali

- Comune di Bagolino, Sonade di Bagolino Obiettivo del progetto e’ offrire lo stato dell’arte delle musiche tradizionali del carnevale di Bagolino e Ponte Caffaro che continuano ad essere tramandate per via orale dalle diverse famiglie di suonatori. L’esito finale e’ una pubblicazione contenente trascrizioni con indicazioni tecniche per tutti gli strumenti, saggi storici ed etnomusicologici, fotografie storiche inedite e materiale audio-video online per il confronto delle trascrizioni i con la fonte. Si realizzera’ inoltre una registrazione audio professionale da riversare su CD.

Costo totale del progetto: 19.046 euro
Richiesta di cofinanziamento: 14.285,50 euro
Finanziamento concesso: 14.285 euro

- Associazione culturale Chorus, Dodicesima notte i canti della stella

I canti della stella rientrano nei canti di questua a soggetto religioso eseguiti la notte dell’Epifania da gruppi di cantori itineranti muniti di una stella che simboleggia il viaggio dei Re Magi. In Val sabbia e nell’Alto Garda e’ in atto da diversi anni un progetto di scambio e approfondimento culturale tra i gruppi della Stella creando reti tra enti e cittadini. Un collettivo di giovani fotografi documenteranno il rito con un lavoro di reportage che formera’ una mostra fotografica ospitata nel Duomo vecchio di Brescia. E’ in atto inoltre un progetto musicale teso allo studio e alla valorizzazione del repertorio del canto della stella declinato per organici diversi da quelli tradizionali. Gli appuntamenti previsti sui territori prevedono infatti spettacoli che riproporranno i canti in una nuova chiave oltre ai canti tradizionali, sempre proposti. Sono inoltre previsti laboratori e animazioni teatrali per i piu’ piccoli attivati da progetti scolastici specifici.

Costo totale del progetto: 11.000 euro
Richiesta di cofinanziamento: 7.500 euro
Finanziamento concesso: 7.500 euro

2) LINEA 2, Progetti esemplari di salvaguardia del patrimonio culturale immateriale

Comunita’ Montana valle Camonica, Maraea – le meraviglie di una comunita’

Il progetto mira a mettere a sistema locale/regionale i numerosi progetti di ricerca e documentazione del patrimonio immateriali realizzati sul territorio della Valle Camonica. Intende inoltre censire e documentare (con video e pubblicazioni) altri riti/saperi accompagnandoli con strumenti di partecipazione pubblica (un sito, una festa, la creazione di un corpo di ballo) in grado di creare una sensibilita’ sociale diffusa intorno al valore del patrimonio immateriale.

Costo totale del progetto: 57.000 euro
Richiesta di cofinanziamento: 32.000 euro
Finanziamento concesso: 32.000

PATRIMONIO IMMATERIALE, CAPPELLINI: CON ULTERIORI 386.000 EURO FINANZIAMO 19 PROGETTI – SONDRIO

Di seguito i progetti della provincia di Sondrio che potranno beneficiare di un finanziamento di 26.675 euro cosi’ come previsto dalla graduatoria del nuovo bando fortemente voluto dall’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie della Regione Lombardia, Cristina Cappellini, per proseguire il percorso di valorizzazione del patrimonio immateriale lombardo.

LINEA 3
Cultura alimentare tradizionale in ambito alpino, macroregionale ed europeo

- Alplab (SO): Comunita’ che nutrono. Per una nuova mappa della cultura alimentare valtellinese

Il progetto intende focalizzare l’attenzione su alcuni specifici prodotti alimentari valtellinesi e valchiavennaschi al fine di garantirne il rilancio dal punto di vista culturale e commerciale. Sara’ posta attenzione inoltre sulla cultura alimentare della vicina Valposchiavo (CH) per stabilire l’esistenza di connessioni transfrontaliere. Le comunita’ saranno coinvolte secondo un approccio di “censimento partecipato” per raccogliere le informazioni e i saperi oltre che per condividere le possibili strategie per perseguire la promozione del patrimonio alimentare “minore”, (quale ad es. il pane nero) per costruire una mappatura dei prodotti e ricette a rischio di estinzione. Tale finalita’ si concretizzera’ con la produzione di documentazione fotografica e audiovisiva. Saranno inoltre previsti concorsi di idee tra giovani professionisti per individuare campagne promozionali e modalita’ di distribuzione che connettano i prodotti tradizionali con la contemporaneita’.

Costo totale del progetto: 32.500 euro
Richiesta di cofinanziamento: 19.175 euro
Finanziamento concesso: 19.175 euro

- AREA – Associazione per la ricerca etnoantropologica: Apicoltori oggi in Lombardia

Il progetto consiste in una ricerca sul campo con un’impostazione che fa propri i metodi dell’antropologia visiva e individua, attraverso interviste e riprese video, un ventaglio di situazioni tipiche nell’approccio dell’allevamento delle api. Saranno documentate le varie fasi del ciclo vitale delle api e la produzione e lavorazione del miele in relazione all’ambiente boschivo e alle tecniche tradizionali “familiari” o locali ancora operanti sul territorio. Sara’ raccolto materiale video per la produzione di documentazione sonora e multimediale.

Costo totale del progetto: 10.000 euro
Richiesta di cofinanziamento : 7.500 euro
Finanziamento concesso: 7.500 euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136