QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Profughi/2 Le reazioni alla decisione del sindaco di Temù. L’assessore Beccalossi: “Poco coraggio”

venerdì, 28 agosto 2015

Temù – “Dopo il partito dei “sindaci dell’accoglienza sempre e comunque”, ecco nascere quello dei “sindaci oscurantisti”, che arrivano a inventarsi pretestuosi divieti dal carattere generico, tra l’altro retrodata, pur di impedire una protesta contro l’immigrazione dilagante e incontrollata. Non importa chi organizza questa manifestazione, l’importante e’ che venga svolta
nel rispetto delle regole. Preoccupa invece l’atteggiamento antidemocratico di chi dovrebbe rapprRoberto Menici Temùesentare tutti”.

E’ una delle prime reazioni alla vicenda profughi e manifestazione della Lega Nord a Temù. L’assessore regionale al Territorio e Urbanistica di Regione Lombardia Viviana Beccalossi (nella foto di apertura), commentando la decisione del sindaco di Temù Roberto Menici (nella foto a lato) che ha firmato un’ordinanza con per vietare “qualsiasi manifestazione non turistica fino al prossimo 30 settembre” cercando di impedire un presidio organizzato per domani da un partito politico”.Assessore Viviana Beccalossi

“Il sindaco di Temu’ – conclude Viviana Beccalossi – si nasconde dietro un atto burocratico, mentre dovrebbe trovare il coraggio di spiegare ai suoi cittadini che ha intenzione di spalancare le porte del suo paese agli immigrati impedendo qualunque legittimo
dissenso”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136