QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Profanate e danneggiate le statue della Madonna e di Papa Francesco a Sacca di Esine

domenica, 15 marzo 2015

Esine – Un gesto di cattivo gusto e condannato da tutta la comunità di Sacca. Le statue della Madonna e di Papa Francesco sono state prese di mira di una banda di ragazzi che hanno lanciato kiwi contro le due statue, che erano state poste vicino alla chiesa parrocchiale di Sacca di Esine. Inoltre è stata tagliata la testa alla statua in cartone di Papa Francesco.

Il parroco don Redento Tignonsini (nella foto) ha chiesto oggi alla comunità parrocchiale di pregare per quel gruppo di giovani. Infatti negli scorsi mesi c’erano già stato altri episodi e il gruppo era stato invitato a rivedere il loro atteggiamento. “Non riusciamo ad avvicinarli – dice don Tignonsini –  è un momento di sofferenza per tutti”. Tutta la comunità si è unita a don Tignonsini.

Il gruppo di giovani oltre che essere condannati dalla comunità per la profanazione, ma potrebbero finire nei guai anche per danneTignonsini don Redento 10ggiamento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136