QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Pro loco Breno: 4mila ingressi in castello per Camunerie. Il bilancio e la soddisfazione del presidente Ongaro anche per il Ferragosto

martedì, 26 agosto 2014

Breno – In un’estate condizionata dal maltempo sorride la pro loco di Breno: i numeri registrati dall’ente organizzatore di eventi nella località della Valle Camonica non possono che rendere soddisfatto il presidente Ongaro.foto valle camonica

Circa 4mila ingressi al castello nei quattro giorni di Camunerie, contando che l’ultima sera – martedì 12 agosto – la pioggia ha rovinato lo spettacolo finale; 2mila biglietti giornalieri sono stati staccato solo nella giornata di domenica 10. E 14 serate in piazza Mercato, più la Notte bianca, organizzate insieme alle varie associazioni del paese per il Ferragosto brenese, con
centinaia di persone che ogni sera si sono sedute sotto lo stand a mangiare e godere dell’animazione; senza contare il pienone del 15, con i sempre bellissimi fuochi d’artificio dalle mura del maniero.

Sono i risultati del lavoro estivo della pro loco di Breno, che a pochi giorni dalla chiusura dell’intenso programma tira le somme di un evento di successo, gradito sia dai brenesi che dal numeroso pubblico proveniente anche da fuori regione.

Ma il sodalizio brenese non è solo Camunerie, visto che è impegnato durante tutto l’arco dell’anno a programmare iniziative promozionali, manifestazioni e servizi a supporto delle realtà del territorio, in particolare delle associazioni, del Comune e del Distretto culturale. Oltre all’organizzazione di appuntamenti come la Fiera della spongada e la Malga in piazza, la pro loco è presente al fianco di numerose realtà quale supporto logistico delle varie e iniziative, quali il Maggio brenese e Classica, la Camminata “Eremi…”, Del bene e del bello, San Valentino, il carnevale, il rogo della vecchia, gli happy hour, i mercatini dell’usato e molto altro.

Insieme al Comune, è tra i principali soggetti turistici del paese, basti citare il suo punto informativo aperto tutti i giorni (con le ore di sportello cresciute nell’ultimo periodo e la distribuzione di materiale promozionale), la realizzazione delle guide alle bellezze di Breno e al castello, della audio-guida al castello e al santuario di Minerva (in lavorazione proprio in questo periodo), la gestione del maniero, la app, il sito e le pagine social, le luminarie a Natale.

“Nonostante il maltempo, anche quest’anno il Ferragosto e Camunerie sono state un successo  - afferma il presidente Emanuele Ongaro -, contribuendo a sviluppare l’amicizia tra i gruppi e a far guadagnare qualcosa a tutte le realtà. Come qualcuno ci ha detto, siamo arrivati al massimo delle nostre potenzialità nell’organizzazione di questi eventi. Sappiamo che il passo successivo dovrà essere l’organizzazione del Palio, per coinvolgere maggiormente i brenesi. Siamo aperti a ogni iniziativa che viene proposta e il nostro supporto è sempre garantito”.

“Siamo al fianco del Comune, motore delle attività turistiche a Breno, nell’organizzazione di moltissime attività e alcune di queste le gestiamo direttamente – conclude Ongaro -, così come siamo al passo di tutte le associazioni e degli enti pubblici. Nel circuito turistico ideato dall’Amministrazione, che comprende non solo il castello, ma anche Minerva, il Camus e le chiese, la pro loco è a pieno titolo una chiave di volta per far funzionare bene le cose”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136