QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Prestine: un comitato dice “No alla fusione con Bienno”. Il 20 dicembre la consultazione popolare

lunedì, 9 novembre 2015

Prestine – Fusione a rischio tra Bienno e Prestine: i due Comuni dovrebbero accorparsi nel 2016 ed eleggere il nuovo sindaco, ma ora è nato il “Comitato no fusione Prestine Bienno”contro l’accorpamento. E’ già stato illustrato il programma alternativo ai progetti delle due Amministrazioni comunali e presto si convocherà un’assemblea pubblica.

Così il voto del 20 dicembre, in cui gli abitanti di Prestine dovranno scegliere sulla fusione con Bienno, diventa una corsa ad ostacoli. E’ nato un fronte che difende l’identità locale, composto dai consiglieri di minoranza Fabio Toffa, Marco Trombini, ex consigliere di maggioranza che si è defilato dall’amministrazione proprio perché contrario al tema fusione, e un gruppo di cittadini: Roberto Tottoli, Silvio Tottoli, Danilo Monchieri, Umberto Ducoli e Loris Mulattieri. Il comitato intende inoltre illustrare gli aspetti negativi della fusione ad ogni famiglia e l’obiettivo delle due Amministrazioni comunali potrebbe essere messo in discussione dal voto popolare.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136