QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno, “Una montagna di cultura…la cultura in montagna”. Due mesi di eventi

domenica, 4 giugno 2017

Ponte di Legno – “Una montagna di cultura…”, rassegna ricca di appuntamenti. Personaggi della musica, della cultura, dello sport e del mondo contemporaneo in genere saranno protagonisti dell’edizione 2017 di “Una montagna di cultura…la cultura in montagna”, la rassegna che l’associazione Pontedilegno-MirellaCultura organizza per il terzo anno e che è diventata un grande contenitore in cui è inserita anche la fase finale di PontedilegnoPoesia (nella foto l’ultima edizione), il premio nazionale di poesia edita giunto all’ottavo anno.

Ponte di Legno poesia 4

I personaggi. Il pianista Ramin Bahrami, il generale dell’Esercito Antonio Pennino, l’oro olimpico e tecnico delle nazionali russe di judo Ezio Gamba, il meteorologo Flavio Galbiati e poi ancora i musicisti Pier Carlo Orizio, Marialuisa Veneziano e il giovanissimo Tommaso Zucchinali, il vescovo di Palestrina Domenico Sigalini, i giornalisti-scrittori Pier Augusto Stagi e Luciano Costa, l’egittologo Mario Lauro, oltre ad alcuni dei più grandi nomi della poesia italiana: ecco alcuni di coloro che arricchiranno l’estate nella località turistica dell’Alta Val Camonica.

La ricorrenza. Il 2017 è il Centenario dell’incendio che distrusse Ponte di Legno, durante la Grande Guerra, ma anche l’anno del ricordo di don Giovanni Antonioli, storico parroco di Ponte di Legno (i cento anni dalla sua nascita e i 25 dalla morte). Nel ricordo di questi due eventi è stato allestito il programma, che avrà come filo conduttore la musica. Grazie alla sensibilità del gruppo Arriva Italia e alla collaborazione con Ramin Bahrami, è stato possibile realizzare un piccolo festival nel nome di Bach. Si chiamerà “In montagna con Bach” e sarà articolato in quattro appuntamenti: un concerto d’organo di Marialuisa Veneziano (21 luglio) in ricordo di don Antonioli; un concerto a quattro mani di Bahrami e del suo giovanissimo allievo Tommaso Zucchinali (13 agosto); una tavola rotonda sull’attualità dei grandi compositori che vedrà discutere lo stesso Bahrami, il maestro Pier Carlo Orizio e alcuni critici musicali (14 agosto); la conclusione con il tradizionale concerto di Ferragosto (16 agosto) che Ramin Bahrami dedicherà al tema del fuoco.

Gli altri appuntamenti. Sabato 22 luglio, il meteorologo del Centro Epson Flavio Galbiati, volto noto anche sulle reti Mediaset, racconterà come si sviluppa il lavoro suo e dei suoi colleghi per dirci il tempo che farà. Mercoledì 26 luglio serata dedicata al ciclismo, con un titolo particolarmente suggestivo: “Il ciclismo e la montagna: dialogo tra mito e leggenda”. Lo spunto lo ha dato la pubblicazione del libro “100 storie un Giro” scritto da due grandi appassionati: Ennio Doris, l’imprenditore presidente di Mediolanum, e Pier Augusto Stagi, direttore di Tuttobici. Mercoledì 2, altra serata sportiva ma non solo. Ne sarà protagonista Ezio Gamba, bresciano, medaglia d’oro nel judo alle Olimpiadi di Mosca del 1980. Il titolo dell’incontro “Dall’azzurro a Putin, quando lo sport unisce” si riferisce soprattutto al Gamba attuale: è supervisore di tutte le nazionali russe di judo dopo averle portate, come allenatore, ai primi successi olimpici. Dall’anno scorso, è anche cittadino russo con passaporto consegnatogli personalmente da Vladimir Putin, con il quale si è confrontato anche sul tatami. Il 10, ancora nella Chiesa Parrocchiale, altra serata in ricordo di don Antonioli, con la presentazione del libro di Luciano Costa “Il prete di tutti”, dedicato alla sua figura. Il profilo lo traccerà monsignor Domenico Sigalini, il vescovo di Palestrina ma originario della provincia di Brescia.

Due giorni dopo, il 12 agosto, arriverà a Ponte di Legno il generale Antonio Pennino, comandante del Reparto Corsi del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, che terrà una conferenza sulle “Innovazioni della Grande Guerra: quelle che ancora ci accompagnano”. E’ il contributo che MirellaCultura ha voluto dare alle celebrazioni del Centenario. Il 17 agosto appuntamento ormai tradizionale con Mario Lauro, l’ingegnere milanese che, armato di macchina fotografica, va da anni alla scoperta di siti archeologici nelle zone meno conosciute dell’Africa. Quest’anno l’attenzione sarà concentrata sul Sudan o meglio l’antica Nubia. Nel pomeriggio del 17, inaugurazione del settimo settimo totem. Quest’anno è dedicato a Franco Buffoni che, sul tema del fuoco, ha scritto “27 settembre 1917”, una poesia che ricorda proprio il giorno dell’incendio appiccato dalle truppe nemiche.

Dal 18 al 20 agosto. Infine, l’ottava edizione di PontedilegnoPoesia, nel corso della quale ci sarà (mattina del 19) un momento riservato ad un’autrice di fama internazionale: Curzia Ferrari. E’ stata lei a presiedere la giuria della prima edizione, ha avuto dedicato il quarto totem. L’incontro sarà su “Tutto o niente”, il titolo del libro di Vincenzo Guarracino che è analisi critica della sua opera.

Un programma intenso che è stato possibile attuare con la collaborazione, oltre che del Comune di Ponte di Legno e di Arriva Italia, anche della Comunità Montana di Valle Camonica, del Bim-Bacino Imbrifero Montano, della Parrocchia SS.Trinità e del Rotary Club Lovere-Iseo-Breno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136