QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno, ultimo giorno di Tonalestate: Nepal e Irlanda del Nord protagoniste

venerdì, 7 agosto 2015

Ponte di Legno – Ultimo giorno di Tonalestate. La manifestazione vive il suo ultimo atto nella Sala Paradiso dell’Hotel Mirella a 5: a partire dalle 9.30 il via al dibattito. Titolo dell’ultima giornata ‘Hasta siempre‘.tonalestate lavori

Prima di indicare qualche prospettiva di lavoro per il nuovo anno, così come è stata suggerita dai diversi apporti dei molti illustri Amici del Tonalestate, nella mattinata del 7 agosto ci sarà occasione di ascoltare ancora due autorevoli contributi: dal Nepal e dall’Irlanda del Nord.

A colloquiare con il pubblico, attento e appassionato di giovani di ogni Continente e degli ospiti del luogo, saranno Anthony Francis Sharma, arcivescovo emerito di Katmandu (Nepal) e Francie Brolly, professore di gaelico e musicista, Dungiven, Derry, Irlanda del Nord.

Il tradizionale arrivederci sarà augurato, insieme ad Eletta Leoni, direttrice del Centro Studi e da Maria Paola Azzali, presidente dell’Associazione Tonalestate, anche da diversi Relatori che hanno scelto di fermarsi ad assistere ai lavori oltre la giornata che li vedeva protagonisti.

Ultimo appuntamento di Tonalestate
FIAT VOLUNTAS MEA.
Il delirio d’onnipotenza

7 AGOSTO 2015
Sala Paradiso, Hotel Mirella, Ponte di Legno ore 9,30
HASTA SIEMPRE

PROGRAMMA E INTERVENTI
9.30 Francie Brolly

professore di gaelico e musicista, Dungiven, Derry, Irlanda del Nord
“The Descent of Man”

10.15 Anthony Francis Sharma
arcivescovo emerito di Katmandu, Nepal
“Catholic Mission in Nepal since 1951”

11.00 intervallo

11.15 dichiarazioni finali delle personalità presenti a Tonalestate

12.00 Maria Paola Azzali
Presidente di Tonalestate
Conclusioni e arrivederci

“Il Tonalestate è il manifestarsi di un’unità, oltre le diversità culturali, etniche e religiose, è l’esperienza di un’amicizia profonda e duratura, desiderosa di vedere realizzarsi un mondo pacifico, libero e degno, dove non esistano la miseria, l’ingiustizia e la guerra, e abbiamo potuto verificare che solo insieme, vivendo con libertà e dignità, potremo riconoscere, partecipare, valorizzare e anche promuovere forme di convivenza capaci di venire incontro agli aneliti e alle esigenze di ogni singolo uomo, aneliti ed esigenze che, pur prendendo le più svariate forme d’espressione, rimandano tutte a un unico anelito e a un’unica esigenza: l’anelito di felicità e l’esigenza di una completa e vitale realizzazione della propria persona”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136