QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Adamello Ski fa +15% di presenze, Bertolini: “Annata straordinaria, e che progetti per l’inverno!”

giovedì, 15 ottobre 2015

Ponte di Legno – Una stagione estiva chiusa con un incremento di presenze a due cifre, centinaia di iniziative e manifestazioni e grandi progetti per l’inverno. Il Consorzio Adamello Ski traccia il bilancio estiva e punta in alto mettendo le basi per la stagione invernale che vedrà due nuovi impianti e il rilancio delle località Temù-Ponte di Legno-Tonale (Nelle foto il presidente Adamello Ski, Michele Bertolini e la sequenza di alcuni eventi estivi).

 

Di seguito l’intervista di Gazzetta delle Valli a Michele Bertolini, da sei mesi presidente del Consorzio Adamello Ski.

Come è andata la stagione estiva?

“Bene, anzi benissimo. I numeri, che abbiamo valutato nei giorni scorsi, sono davvero positivi: l’incremento di presenze è stato del 15% sull’estate 2013, che è l’anno di riferimento e ancor di più sul 2014 che è stato particolare per il prolungato maltempo. I dati sono davvero importanti e hanno premiato il lavoro e gli sforzi fatti in questi anni”.

Si può dire che c’è stata un’inversione di tendenza?

“E’ ancora presto per dire, e avremo bisogno di altre valutazioni, se il turismo sta tornando sui livelli pre-crisi. Comunque il nostro Comprensorio prosegue con una serie di investimenti per renderlo sempre più attraente sia d’inverno che d’estate. Quest’anno siamo stati favoriti dal tempo, il caldo ha certamente favorito l’arrivo di turisti, ma anche le tante iniziative messe in campo tra Temù, Ponte di Legno e Tonale hanno fatto da richiamo”.

Le località tra Valle Camonica e Val di Sole hanno appeal per gli stranieri?

“Certamente durante il periodo invernale, invece è ancora tutto da costruire per quanto concerne l’estate. Gli interventi effettuati sui percorsi bike e la Val Sozzine hanno lo scopo di creare opportunità anche per i giovani e gli stranieri, e i numeri ci danno ragione. Infatti tantissimi sono stati i giovani che hanno raggiunto le nostre località per i diversi eventi. Invece per quanto riguarda il mercato straniero noi proseguiamo nella nostra politica e puntiamo molto su mercati esteri, in particolare le nostre località sono un’attrativa per turisti provenienti da Repubblica Ceca, Polonia, Gran Bretagna e Danimarca. E sulla stagione invernale i dati sono sempre stati positivi. D’estate invece il discorso è diverso perché il mercato è prevalentemente italiano e noi stiamo cercando di farci conoscere anche oltre confine con una serie di iniziative”.

Quali sono stati gli eventi più significativi dell’estate?

“Sono stati davvero tanti, ma tra gli eventi più importanti c’è sicuramente l’Ultratrail, l’ultima manifestazione di fine estate e inizio autunno, che ha visto oltre 400 partecipanti, la manifestazione RhxDue con il campione Contador che ha visto una grande partecipazione di bikers italiani e anche stranieri, poi i due raduni di squadre di calcio, Sampdoria e Palermo, i campionati di pattinaggio a rotelle, quest’ultimo evento organizzato in collaborazione con la Pro loco di Ponte di Legno, e gli alpini. Per non parlare del bike Park inaugurato in Valbiolo che ha catalizzato l’attenzione dei bikers. Diciamo che questi sono stati i grandi eventi, ma decine sono state le manifestazioni promosse nelle tre località che hanno richiamato turisti e attirato l’attenzione.

Ora si guarda all’inverno e alle nuove iniziative?

“Si, la programmazione è già partita. Siamo stati a diverse manifestazioni italiani ed estere, a Bergamo ad Alta Quota, saremo a Skipass a Modena e seguiremo alcuni eventi anche con Apt e Consorzio in città straniere, dove presenteremo il nostro brand”.

E per quanto riguarda gli impianti?

“Avremo due nuovi impianti, la seggiovia quadriposto coperta ad agganciamento automatico Casola e la cabinovia Presena che rilancerà il turismo sia d’inverno che d’estate. La nuova seggiovia Casola migliorerà il collegamento Ponte di Legno-Temù, invece la cabinovia Presena aprirà nuovi orizzonti per gli sciatori, escursionisti e chi intende salire in qu0ta. E’ un progetto rivoluzionario di come si fa turismo. Rientra in un progetto di riqualificazione di ghiacciaio e tutta l’area circostante.  Secondo noi i due impianti ci faranno compiere un ulteriore salto di qualità”.

E i progetti per il futuro?

“Sono tanti, alcuni sono già nel cassetto, altri li stiamo approfondendo in questi mesi. A Ponte di Legno sarà sistemata la questione parcheggi, poi c’è il progetto del centro benessere termale, una Spa da realizzare in centro paese, al Tonale invece si punta al family Village, un progetto che è in fase di approfondimento alla Provincia di Trento e che rilancerà la località turistica”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136