QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno: prima serata del premio di poesia con Saverio Bafaro e Franco Buffoni. Oggi il secondo atto

sabato, 22 agosto 2015

Ponte di Legno – Premio di poesia, atto primo. Ieri si è svolta la prima serata del premio di poesia PontediLegno-Mirellacultura nella sala consiliare della località dalignese. Sono state presentate le opere dei primi tre poeti finalisti, questa sera ci sarà la seconda serata e domani il gran finale. Nella serata di ieri il poeta Giuseppe Langella, presidente della giuria, con accanto il patron del premio di poesia, Andrea Bulferetti, l’attrice Sarah Maestri e il giornalista Gabriele Tacchini, ha illustrato la sesta edizione del premio, che ha visto la partecipazione di ben 68 poeti.

LA POESIA NON E’ MORTA

Non sono mancati gli aneddoti: “In questi giorni – ha raccontato Langella – ho letto “la poesia è morta”, ma ciò non è vero. Recentemente ho presentato “Il Reliquiario” al rifugio Garibaldi, e ho incontrato persone che ritengono fondamentale la poesia”.

“Anzi – ha proseguito – un gruppo di alpinisti sono saliti al Venerocolo e hanno trovato filo spinato e pezzi della Prima Guerra Mondiale arrugginiti. Hanno preso un pezzo e me lo hanno donato, dicendo “Questo pezzo può servire per le sue poesie”. E’ solo un esempio che ci fa capire come la poesia non sia morta”.

“Questo – ha concluso Langella – è il tempo dell’indifferenza e della banalità, la poesia serve a scuoterci e risvegliarci”.

IL SOGNO DI BULFERETTI

Il patron del premio, Andrea Bulferetti, ha spiegato il significato dell’iniziativa: “Vorrei che questo paese diventasse il paese della poesia: il premio e i totem posizionati in centro sono il primo passo”. Il giornalista Tacchini ha ricordato il filo conduttore del premio, le persone presenti, in particolare la giuria e l’assessore alla Cultura della Comunità Montana Valle Camonica, Simona Ferrarini, il patrocinio del premio da parte dei Comuni di Ponte di Legno e Breno.

I POETI

Durante la serata sono state presentate la poesie da due finalisti, Saverio Bafaro e Franco Buffoni, che hanno raccontato l’origine e le poesie realizzate. Le poesie hanno avuto anche l’intermezzo musicale del Maestro Gianni Alberti e del Maestro Giancarlo Corna al pianoforte.

Il terzo finalista, Dante Maffia, non era presente e le sue poesie “Neve d’argento” e “Nozze d’argento” sono state lette dall’attrice e conduttrice Sarah Maestri. La giuria, composta da Simona Ferrarini, Andrea Costa, Alessandro Casarin, Vincenzo Guarracino, presenti alla serata, ha poi ricordato che i poeti finalisti che non partecipano alla serata – da regolamento – non possono concorrere al premio principale, ma solo a quello speciale.

Questa sera – alle 21 – appuntamento sempre nella sala consiliare di Ponte di Legno con gli altri tre poeti finalisti, Valerio Mello, Maria Pia Quintavalle e Alberto Toni, che presenteranno le loro opere.

di Alberto Panzeri


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136