QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno, Mazzuca racconta la vita di Indro Montanelli: “E’ un esempio per tutti noi”

giovedì, 20 agosto 2015

Ponte di Legno – Una serata speciale sul giornalismo e sulla figura di Indro Montanelli. A raccontarla è stato Giancarlo Mazzuca, direttore de Il Giorno e appena nominato nel Consiglio di Amministrazione della Rai. La serata, che rientra nella settimana “Una montagna di cultura… La cultura in montagna”, promossa da Pontedilegno Mirella Cultura, ha richiamato nella sala Faustinelli di piazzale Europa quasi duecento persone, tra cui monsignor Delpero. Presente Andrea Bulferetti, patron di PontediLegno Mirella Cultura. (Nella foto da sinistra Gabriele Tacchini e Giancarlo Mazzuca)

La serata è stata introdotta dal giornalista Gabriele Tacchini che ha posto domande GiaMazzuca a Ponte di Legnoncarlo Mazzuca chiedendo perché  ha scritto il libro “Indro Montanelli: uno straniero in patria”, pubblicato dalla Cairo editore.

“Questo libro – ha spiegato Mazzuca – ricorda i passaggi più importanti della vita del grande giornalista, dagli albori fino alla sua scomparsa e ha come obiettivo quello di ricordarlo nei suoi passaggi cruciali, compreso il 1976 quando un suo articolo di fondo (votate la Dc, turatevi pure il naso ndr.) evitò il sorpasso dell’allora Pci sulla Dc”.

“Quell’articolo – ha aggiunto Mazzuca – spostò milioni di voti”. E nella vita professionale? “Un giornalista tutto d’un pezzo che aveva un’ambizione, quella di tutti i giornalisti di raccontare tutto ciò che vedono senza avere un padrone – ha spiegato Mazzuca -. Purtroppo il caso del quotidiano “La Voce”, di cui sono stato vicedirettore al fianco di Indro Montanelli, è stato un esempio negativo e il suo sogno si è infranto”.

Pungolato da Gabriele Tacchini, il direttore de Il Giorno ha raccontato la vita privata, quella giornalistica e aneddoti sul grande Indro Montanelli, compresi i rapporto con Agnelli, Berlusconi, le relazioni con le donne, la sua idea di giornalismo. “A mio parere – ha detto Mazzuca – è un giornalista che rimarrà per sempre un esempio, un mito  anche per le future generazioni”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136