QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno: intervista al direttore di Adamello Ski. Stefano Pizzi: “Sarà un’estate da sogno”

venerdì, 3 luglio 2015

Ponte di Legno – Tanti progetti per l’estate e l’inverno. Stefano Pizzi, direttore del Consorzio Adamello Ski da quasi otto mesi, svela i grandi progetti per la località turistica dell’Alta Valle Camonica, Temù-Ponte di Legno-Tonale.Stefano Pizzi 1

Direttore Pizzi la stagione estiva come è partita?

“Le premesse sono buone, c’è grande interesse verso questa località turistica, tra le prime dell’arco alpino per piste da sci e rete di impianti, e che in prospettiva sta ampliando l’offerta sia a Temù-Ponte di Legno sia al ghiacciaio Presena. I lavori per sostituire la seggiovia Casola che unirà gli impianti di Ponte di Legno e Temù e per realizzare la nuova cabinovia al Presena stanno procedendo nel migliore dei modi. La stazione è percepita soprattutto durante l’inverno e i dati anche sull’ultima stagione sono più che positivi. I turisti sono in buona parte lombardi, Brescia, Bergamo e Milano le principali provenienze, ma negli ultimi tempi c’è stata una crescita di presenza dal Cento Italia e poi gli stranieri che sono in crescita”.

E sulle iniziative dell’estate?

“Abbiamo tante iniziative e il 2015 segnerà una svolta con un incremento dell’offerta per i turisti e le numerose manifestazioni ed eventi che saranno articolate sull’arco dei due due mesi. Le proposte sono numerose e per tutti: famiglie, giovani, persone avanti in età, per chi intende fare sport e chi punta sulla cultura. Il cartellone delle manifestazioni è ricchissimo e c’è solo da scegliere. Non dimentichiamo l’Adamello Card per le famiglie, quindi la Mtb con uno spazio per il divertimento dei più piccoli, ma anche per i grandi che accompagnati da esperti possono scoprire le bellezze del territorio”.

In quest’ottica si inseriscono anche i ritiri di Sampdoria e Palermo?

“Certamente, i ritiri delle squadre di calcio sono un’occasione importante anche per noi: innanzitutto le formazioni vivono in un ambiente naturale unico e ritengo che allenarsi al centro sportivo di Temù con le montagne e il contesto naturale sia stupendo, poi è l’occasione di far conoscere la nostra località ad un pubblico nuovo – penso ai tifosi della Sampdoria ora e del Palermo dopo – che magari non ha mai avuto l’occasione di soggiornare in questa località. Per ospitare le due squadre va ringraziata l’Unione dei Comuni che ha sostenuto il progetto e ci ha anche spronati ad andare in quella direzione dopo la prima esperienza dell’estate scorsa. Tra l’altro ci sarà anche una partnership e quindi il nome Pontedilegno-Tonale arriverà anche sui campi di calcio”.

Altre iniziative di promozione della località?

“A livello nazionale abbiamo partecipato alle principali rassegne, così come faremo sulle principali piazze estere. Inoltre con tour operator organizziamo dei soggiorni, momenti di incontri e visite, con la presentazione della località e anche qui abbiamo riscontri positivi con un ritorno in termine di presenze”.

Sulle manifestazioni più importanti dell’estate…

“Il cartellone è ricchissimo, ne cito alcuni dalla Mangia e vai a Passi nella Neve, senza dimenticare il concerto dei Nomadi ai laghetti di Vermiglio in agosto, poi le “Note ai Forti” , la Notte Bianca e tanti eventi. Ci saranno anche tanti eventi sportivi, ad esempio il Contador Day,  quindi la gara XC Eliminator, Campionati europei di pattinaggio artistico a rotelle, Adamello UltraTrail e Campionato italiano di Trial Outdoor.

Prima di chiudere pregi e difetti della località..

“I pregi sono tanti, dal contesto in cui si colloca la stazione sciistica per arrivare agli impianti da sci che sono all’avanguardia e lo saranno ancor di più dalla prossima stagione invernale. Poi i percorsi di mountain bike, le attrazioni con possibilità di divertimento sia nella stagione invernale che in quella estiva. Purtroppo – in questi mesi  da direttore – ho notato che l’estate è meno percepito e su questo stiamo lavorando.

Per quanto riguarda i difetti ne vedo pochi, forse pesa il discorso viabilità e trasporti, anche se sforzi ne sono stati fatti rispetto al passato. Se vogliamo, si dovrebbe migliorare i collegamenti tra bus e treno – riducendo i tempi – su Brescia e Milano. Però rispetto al passato ripeto sono stati fatti notevoli passi avanti e anche per questo la località ha acquisto un maggior appeal”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136