QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno: in 15 non denunciano immobili in affitto, la Finanza li scopre e li multa di 50mila euro

giovedì, 3 novembre 2016

Ponte di Legno – Raffica di controlli e sanzioni da parte della Finanza di Edolo (Brescia). Quindici proprietari di abitazioni tra Temù e Ponte di Legno non hanno effettuato la denuncia in municipio dell’affitto dell’appartamento e sono finiti nei guai. I militari della Finanza hanno acquisito gli atti e accertato le irregolarità. Dodici denunce e 50mila euro di multe solo nei Comuni dell’Alta Valle Camonica.Finanza 117 -1

Le Fiamme Gialle hanno avviato i controlli dopo la fine della stagione estativa, controllando diversi proprietari, alcuni dei quali erano all’oscuro della legge che prevede la denuncia degli immobili che vengono affittati a turisti (per il quale in Alta Valle c’era già stata polemica). La legge prevede l’obbligo di presentare la dichiarazione in Comune: la legge regionale 27/2015, legata al settore turistico, prevede infatti che chi affitta la propria casa e un immobile di proprietà deve segnalarlo agli uffici comunali di residenza. La normativa è un deterrente agli affitti in nero. Le sanzioni inflitte dalle Fiamme Gialle di Edolo ammontano tra i 2 e 4mila euro.

I controlli effettuati dalle Fiamme Gialle dell’alta Valle Camonica a Temù e a Ponte di Legno hanno rilevato una quindicina di irregolarità su circa 50 accertamenti effettuati: le sanzioni sono pari a 50mila euro. L’indagine è durata alcune settimane e ad essere controllati sono stati dapprima gli annunci pubblicati in Rete su alcuni siti specializzati nella vendita e affitto di immobili: le fotografie dell’appartamento e il numero di telefono del proprietario hanno consentito ai militari di identificare i proprietari affittuari e perciò, dopo la richiesta agli uffici comunali delle copie delle dichiarazioni presentate, hanno rilevato in un caso su tre le irregolarità.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136