QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

San Silvestro, due ordinanze a Ponte di Legno: vietati botti e asporto di bevande in bottiglie di vetro

giovedì, 29 dicembre 2016

Ponte di Legno – Vietato accendere botti e fuochi d’artificio e divieto di vendita e somministrazione di alcolici da asportare da locali durante le festività di capodanno. Il sindaco di Ponte di Legno, Aurelia Sandrini, ha firmato ieri due ordinanze: nella prima, con decorrenza immediata, viene posto il divieto di accensione e lancio di fuochi d’artificio e di cosiddette lanterne cinesi, sparo di petardi, scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici, lancio di mozziconi di sigarette dagli impianti di risalita, mentre nella seconda viene posto il divieto di vendita per asporto di bevande contenute in bottiglie e/o bicchieri di vetro agli esercenti di attività di somministrazione al pubblico di alimenti, bevande e similari. Questo secondo provvedimento è specifico per la notte di San Silvestro, visto che sarà in vigore dalle ore 20 del 31 dicembre alle ore 8 del 1 gennaio 2017.

fuochi d'artificio capodanno

I due provvedimenti – che avranno sanzioni nel caso in cui non venissero rispettati – sono per la sicurezza pubblica. Nella premessa il sindaco Aurelia Sandrini, parte dalla necessità di prevenire episodi violenti, che sono accaduti negli ultimi anni nella notte di San Silvestro. Da qui la necessità di un intervento mirato con le due ordinanze, che vedranno impegnate tutte le forze dell’ordine di Ponte di Legno.

Anche lo scorso anno il Comune di Ponte di Legno aveva emesso il divieto di botti, non rispettato in diverse parti della località dalignesi da turisti e non.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136