QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno, il Motoraduno del Sebino in Alta Valle Camonica e il trionfo di Redondi

martedì, 20 settembre 2016

Ponte di Legno – In archivio il secondo motoraduno itinerante targato Moto Club Sebino che ha portato i centauri in Alta Valle Camonica e sui passi alpini di Gavia, Tonale e Mortirolo. “Siamo soddisfatti – afferma Costante Bontempi, presidente del Moto Club Sebino -. Il tempo ha condizionato la manifestazione, però centinaia di motociclisti hanno scelto di raggiungere Ponte di Legno e partecipare alla due giorni del secondo motoraduno”.

Il programma del secondo raduno motociclistico itinerante prevedeva il ritrovo a Ponte di Legno, quindi le tappe sui passi alpini, la gita al laghetto dei Caprioli, in Trentino. Al Palazzetto dello Sport della località dalignese è stato allestito il campo base con possibilità di assaggiare prodotti tipici. Poi il gruppo “Terapia D’Urto” di Darfo Boario ha tenuto banco con tanta musica. Domenica pomeriggio – prima della conclusione – sono state affisse le classifiche a livello nazionale e lombarda.

GLI ASSOLUTI, MOTO CLUB SEBINO SUGLI SCUDI

Agli Assoluti che si sono tenuti in Val Staffona, in provincia di Pavia, il Moto Club Sebino ha vinto un titolo nella classe Junior con Giacomo Redondi, che ha bissato il titolo iridato vinto in estate. Nella classe E1 Gianluca Martini ha centrato il secondo posto, al pari di Deny Philippaerts nella classe E2. Nella classifica dei team il Moto Club Sebino ha tenuto testa fino alla fine alle Fiamme oro per il titolo a squadre. “Peccato – sostiene il presidente – per il forfait di Redondi nella seconda giornata (per un  ginocchio gonfio ndr.), e il finale poteva essere diverso”. In prima posizione nella classifica delle squadre al momento si è piazzato il Moto Club Fiamme Oro Milano, seguito dal Moto Club Sebino.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136