QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno: Ice bar e vin brulé alla Brasserie Nazionale. Bulferetti: “Vacanze da favola”

giovedì, 25 dicembre 2014

Ponte di Legno – Ice bar e vin brulé, Ponte di Legno riscopre le tradizioni. Fino all’Epifania il bar di ghiaccio con ostriche e bollicine ma anche una Capanna per la bevanda tipica dell’inverno. Insomma una piazza “viva” con sottofondo musicale.

La tradizione più antica e la tradiIce bar3zione più recente. Ponte di Legno mette una di fronte all’altro la bevanda tipica delle serate d’inverno, il vin brulé’, e l’ aperitivo più raffinato, ostriche e bollicine della Franciacorta.

La località turistica dell’Alta Valle Camonica accende questa contrapposizione con una suggestiva ambientazione, nella sua piazza principale, nell’area in prossimità della Brasserie Nazionale, cuore del passeggio preserale. Fino a martedì 6 gennaio, è collocata, da un lato, una capanna in legno, dove verrà servito il vin brulé in appositi tazzoni di ceramica decorati (e ci sara’ la possibilità di acquistare non solo il contenuto ma anche il contenitore, da portare a casa come ricordo); dall’altro sorgerà, anche quest’anno, l’Ice Bar, per assaporare l’atmosfera tipica dei Paesi del Nord Europa, quella del bar fatto interamente di ghiaccio, in questo caso pero’ con un aperitivo a base di spumante della Franciacorta servito con ostriche.

“Abbiamo voluto creare questa alternativa, per accontentare tutti i gusti, conservando come base alcuni prodotti tipici della nostra provincia, a cominciare dalle famose bollicine”, dice Marco Bulferetti che, insieme ai suoi fratelli, da alcuni anni punta, con nuove iniziative, a rendere più rilassanti, per i turisti, il tardo pomeriggio e la prima serata, dopo una giornata trascorsa da molti sulle piste. “A legare la Capanna del vin brulé e l’Ice Bar – aggiunge – comunque ci sarà anche un bancone dove saranno serviti i cocktail più classici, a cominciare dal famoso spritz. E tutt’intorno, per iniziativa del Comune o nostra, ci sara’ un accompagnamento musicale”. “Insomma – conclude Marco Bulferetti – vogliamo offrire delle festività…frizzanti, che aiutino a dimenticare il periodo non certo facile che stiamo vivendo”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136