QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno: festa alpina a Case di Viso, centinaia di persone alla cerimonia ufficiale

sabato, 15 agosto 2015

Ponte di Legno – Il maltempo non ha fermato oltre 300 persone, presenti alla festa alpina di Case di Viso, organizzata dagli alpini di Pezzo negli ultimi giorni, che ha visto il clou nella giornata odierna di Ferragosto. (Qui il video)ivan Faustinelli1

In mattinata si è svolta la cerimonia ufficiale con la presenza del capogruppo Floriano Zampatti, di esponenti dell’Ana Vallecamonica, Ciro Ballardini, del vicesindaco di Ponte di Legno, Ivan Faustinelli, del comandante della “Tonolini” al Passo Tonale, comandante Riccardo Fogliacco, di Clemente Ducoli, quindi di Alberto Vezzoli ( di Vipiteno), e del maresciallo dei carabinieri di Ponte di Legno, oltre ai gruppi dell’Alta Valle Camonica, da Edolo a Ponte di Legno per arrivare a Pezzo, con tanto di gagliardetti.

La giornata è iniziata con l’ammassamento al Monumento ai Caduti di Case di Viso, quindi la deposizione della corona, poi – con i brani della banda di Pezzo che ha rallegrato la cerimonia e l’intera mattinata – è iniziato il corteo fino al tendone (la location è stata spostata dalla chiesetta per la pioggia) dove si è tenuta la cerimonia ufficiale e la Santa Messa celebrata da don Antonio Leoncelli, parroco di Pezzo.

Banda Pezzo

Durante la cerimonia ufficiale il vicesindaco Ivan Faustinelli ha sottolineato l’importanza della festa e l’impegno del gruppo alpini di Pezzo che da anni organizza l’evento a Ferragosto, “Il Comune di Ponte di Legno – ha detto Ivan Faustinelli – ha stretto un accordo con gli alpini di Pezzo per la gestione del Museo al Montozzo e i risultati sono positivi”.

Invece il consigliere degli alpini dell’Ana Vallecamonica, Ciro Ballardini ha rimarcato l’impegno degli alpini di Pezzo e il ricordo della Valle Camonica. “Fin quando ci sono loro – ha detto Ballardini – la memoria del Montozzo vivrà”.

“L’impegno degli alpini – ha proseguito – è costante su queste montagne e un esempio anche per le nuove generazioni per le quali il dovere dovrebbe venire prima dei diritti”.

Alpini Ponte di Legno case di Viso1

Alla cerimonia religiosa, presieduta da don Antonio Leoncelli, erano presenti centinaia di persone, e lo stesso sacerdote ha affermato: “E’ da tempo che non celebravo una Messa con così tanta gente”.

Durante l’omelia don Antonio ha ricordato le vittime della montagna e delle guerre e ringraziato il gruppo alpini di Pezzo.

Dopo la messa il pranzo alpino e nel pomeriggio il concerto della banda di Pezzo. Il gran finale in serata con la tombolata, ballo e serata di karaoke.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136