QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno e Recco hanno rinnovato il gemellaggio, stretto nel 1956

domenica, 9 aprile 2017

Ponte di Legno – Rinnovato il patto d’amicizia tra Ponte di Legno e Recco. La 61esima edizione del gemellaggio si è svolta in questo weekend nella località dell’Alta Valle Camonica e ha visto la presenza dei due sindaci, Aurelia Sandrini (Ponte di Legno) e Dario Capurro (Recco), di amministratori, gruppi e associazioni dalla Podistica e Croce Verde di Recco alla Podistica di Ponte di Legno, dalignesi e liguri.

Ponte di legno - Recco1

Tre giorni di appuntamenti: il primo a scuola con gli alunni della Primaria dove è stata ricordata la finalità del gemellaggio Recco-Ponte di Legno. Nei documenti ufficiali del gemellaggio si legge: “Attorno al 1956 iniziavano i primi tentativi di inserire Recco in un circuito turistico che iniziava a muoversi in tutt’Italia. Accanto alla rinascita dell’Albergo Elena, cui si aggiunsero numerose piccole pensioni, della Pro loco, dell’invenzione di una sagra tipica quale sarà la Festa della Focaccia, si era dato a vita a ricchi Natali Recchesi, sorse il gemellaggio con la cittadina alpestre di Ponte di Legno, ai piedi del Tonale e dell’Adamello, in provincia di Brescia. L’idea venne accolta ed alla viglia di Natale del 1956 ci fu un primo scambio di doni significativi. Ponte di Legno fece giungere a Recco un grande abete che fu eretto nella piazza antistante il palazzo del municipio. Altri piccoli abeti vennero donati alle scuole. Recco, da parte sua, alla viglia della Pasqua, ricambiò con l’omaggio delle palme, finemente intrecciate, com’è nella tradizione ligure. L’abete tipico albero della montagna, legato alle tradizione natalizia, le palme, dono della natura alla Riviera Ligure e legate ai riti pasquali divennero i simboli ed i veri ambasciatori di un richiamo di pace fra due popolazioni che avevano sofferto le medesime pene nel corso di due Guerre Mondiali”.

Invece ieri pomeriggio è arrivata la staffetta dei Podisti partiti venerdì da Recco e giunti in piazza XXVII settembre a Ponte di Legno poco dopo le 17, quindi la festa del gemellaggio al Palazzetto dello Sport di Ponte di legno con intrattenimento musicale e questa mattina la distribuzione delle Palme e la partecipazione alla Messa celebrata nella chiesa parrocchiale da don Giuseppe.

Soddisfatti i due sindaci, Aurelia Sandrini e Dario Capurro, un patto di amicizia che ogni anno si rinnova con due appuntamenti (Natale a Recco e festa delle Palme a Ponte di Legno) e il primo cittadino ligure ha commentato: “Anche quest’anno accoglienza fantastica. Ospitalità, amicizia, natura, cibo, tutto da sogno. Grazie Ponte di Legno”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136