QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno: demolito il traliccio ex Enel del parco giochi e l’Alta Valle Camonica cambia volto. FOTO

giovedì, 28 maggio 2015

Ponte di Legno – Il traliccio dell’alta tensione al parco giochi di Ponte di Legno (Brescia) è stato demolito. I lavori sulle ex linee dell’alta tensione proseguono e il piano della Terna si sta concretizzando, con le opere di demolizione di quelle vetuste strutture in ferro che risalgono alla prima metà del secolo scorso.

In questi giorni a Ponte di Legno è stato effettuato un importante passo avanti: infatti dopo i tralicci di Poia e piazzale Cida, i tecnici e la ditta incaricata dalla Terna hanno rimosso quello scheletro in ferro – in parte arrugginito anche dal tempo – della zona parco giochi e il traliccio che affiancava la Statale 42 all’altezza del supermercato di fronte alla partenza della cabinovia Ponte di Legno-Tonale. (Nelle foto il parco giochi senza tralicci, le strutture in ferro demolite, le ex linee dell’alta tensione in fase di eliminazione e la cerimonia di avvio dei lavori con Alessandro Trebbi di Terna e il sindaco Aurelia Sandrini).

 

Lo scheletro in ferro del traliccio, alto 170 metri si trova ora diviso in quattro parti nella zona del piazzale della piscina e a breve sarà rimosso. Intanto il parco giochi di Ponte di Legno ha cambiato volto e nel prossimo lungo week-end – quello che coincide con il 2 giugno – bambini e famiglie potranno divertirsi senza alcun problema. In passato quel traliccio del parco giochi aveva suscitato più di una preoccupazione tra le famiglie, per il discorso dell’elettromagnetismo.

IL PIANO

Entro fine estate dall’Alta Valle Camonica scompariranno tutti i tralicci, le linee sono state interrate, come dal progetto di Terna, avviato nel 2007 a livello nazionale e che ora sta interessando il territorio camuno. Il primo passo era stato compiuto nel novembre scorso, quando il responsabile Direzione Territoriale Nord Ovest di Terna Rete Italia, Alessandro Trebbi, il sindaco di Ponte di Legno, Aurelia Sandrini e oltre 60 studenti delle scuole medie inferiori avevano partecipato alla cerimonia di avvio dell’eliminazione dei tralicci.

In Valle Camonica sono più di cinquanta i chilometri interessati dall’intervento di Terna: lo smantellamento in corso interessa la linea ad alta tensione “Temù– Cogolo” nel tratto compreso tra la cabina elettrica di Temù e il passo del Tonale in Comune di Vermiglio.

Il sindaco di Ponte di Legno, Aurelia Sandrini, in più occasioni, ha ringraziato Terna per il progetto di sviluppo eco sostenibile della Valle Camonica, in particolare del Comune dalignese, rimarcando che “i cittadini e i turisti avranno un nuova visione della valle”.

L’INTERVENTO

I lavori dovrebbero concludersi – tempo permettendo – a Ponte di Legno e in Alta Valle Camonica entro il 2015. A Ponte di Legno saranno smantellati 13,6 chilometri di vecchie linee risalenti al periodo compreso tra il 1936 e il 1951 per un totale di 54 ettari di terreno liberato e 750 tonnellate di materiale recuperato. L’intervento rientra nell’ambito di un vasto piano di razionalizzazione della rete elettrica in Valle Camonica  per cui, a fronte della realizzazione di 75 chilometri di linee in cavo interrato, verranno demolite circa 85 chilometri di vecchie linee a 132 kV e 220 kV.

Oltre a Ponte di Legno, sono 24 i chilometri di linee demolite nei Comuni di Edolo, Vezza d’Oglio, Temù e Vermiglio (Trento) ed entro la fine del 2015 saranno effettuate le rimanenti demolizioni nei Comuni di Sellero, Cedegolo, Berzo Demo, Malonno e Sonico.

di Alberto Panzeri


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136