QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno: convegno sulle “Vicinie alpine”. Esperienze e tradizioni da valorizzare

sabato, 25 ottobre 2014

Ponte  di Legno – Un confronto aperto tra esperti e amministratori locali su “Vicinie Alpine”. Il convegno – patrocinato da Regione Lombardia oltre naturalmente al Comune di Ponte di Legno, con il sostegno dell’Ecomuseo “Alta via dell’Oglio”, Ente Terrazzani di Precasaglio, associazione “Scursai”,  Per Precasaglio”  e Pro loco di Ponte  di Legno che si è svolto oggi al centro sociale di Pezzo – ha affrontato il tema della montagna con l’intervento di esperti delle zone in alta quota. Storia, tradizioni, valorizzazione del territorio montano: attorno a questi temi si è articolato il convegno.

Vicinie Ponte di Legno

Il sindaco Aurelia Sandrini, nel discorso di apertura, ha evidenziato le necessità di un equilibrio tra tutela dell’esistente e sviluppo, il tutto tenendo fede alle tradizioni. Invece Erminio Faustinelli, presidente Vicinia di Pezzo e Giancarlo Maculotti hanno offerto spunti di riflessione sulle “Vicinie”, poi si sono alternati relatori con scambi di esperienze tra esperti, in particolare Federica Costanzi  che ha relazionato sulla “Tradizione della Val di Rabbi”, Ivan Faiferri  e Luca  Giarelli sulla “Riscoperta: la Vicinia di Nadro” e Benia Panteghini sull’antica vicinia di Berzo Inferiore. Non sono mancati confronti tra esperienze di <vicinie>, nello specifico tra Cividate, Prestine e Pezzo oltre che sulla comunità della Giudicarie, in Trentino. La conclusione del convegno è quella di mantenere le tradizioni e garantire un equilibrato sviluppo delle zone montane cercando di evitare lo spopolamento con un’attiva vita sociale, amministrativa nelle zone montane.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136