QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno, Associazione MirellaCultura: il pianista Thiollier in concerto sabato 16 agosto

mercoledì, 13 agosto 2014

Ponte di Legno – Francois-Joel Thiollier sarà il protagonista del Ferragosto musicale a Ponte di Legno. Il grande pianista di origini franco-americane, considerato uno dei piu’ completi musicisti della nostra epoca, terra’ un concerto esclusivo, la sera del 16 agosto, nella Sala Paradiso del Centro Congressi dell’Hotel Mirella. L’appuntamento e’ per le 21.15 (biglietto unico 15 euro).Pontedilegno

PROGRAMMA
Il programma della serata – organizzata dall’Associazione Pontedilegno-MirellaCultura – e’ suddiviso in due parti. La prima, dal titolo “L’ultimo Mozart e il primo Beethoven”, prevede appunto brani di Mozart (“Sei variazioni su di un tema del Quintetto con Clarinetto K.V. 581) e di Beethoven (Kurfurstsonate in Fa minore WoO 47 Larghetto maestoso – allegro assai, Andante, Presto; Leichte Sonate WoO 51 Allegro, Adagio; Rondo in si bemolle maggiore Kinsky-Hamm Anh.6,1791).

Nella seconda parte, dal titolo “Variazioni ludiche”, Thiollier eseguira’ musiche di Rameau (Gavotta variata – nella ricorrenza della sua morte), Czerny (Variazioni su un Valzer Viennese), Herz (Primo capriccio brillante) e Chopin (Variazioni su “Là ci darem la mano” op.2 dal Don Giovanni di Mozart).

Un programma, come si puo’ notare, di elevato profilo come il musicista che lo propone. Francois-Joel Thiollier vanta un curriculum di tutto rispetto. Nato a Parigi nel 1943, ha dato il suo primo concerto a New York all’eta’ di 5 anni. Ha proseguito gli studi musicali in Francia sotto la guida di Robert Casadesus e poi si è perfezionato negli Stati Uniti con Sascha Gorodnitzi alla Juilliard School of Music, laureandosi con il massimo dei voti in tutte le materie sia accademiche che musicali all’età di 18 anni.

Ha vinto 8 “Grand Prix” in concorsi internazionali, fra cui “Reine Elisabeth” del Belgio e “Tchaikowski” di Mosca. Il vastissimo repertorio, la eccezionale cultura musicale e la padronanza della tastiera sono le chiavi del suo successo internazionale. Thiollier suona oggi in più di 40 Paesi con le più prestigiose orchestre e nelle sale più importanti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136