QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Ponte di Legno, “42 voci per la pace”: i poeti incantano il pubblico nella chiesa parrocchiale

mercoledì, 19 agosto 2015

Ponte di Legno – Una serata di cultura, nel segno della poesia e della pace, con la presenza del Cardinale Giovanni Battista Re. E’ stato presentato ieri sera nella chiesa di Ponte di Legno (Brescia) il libro “42 voci per la pace”, di Pontedilegno Mirella-Cultura, edito dalla Nomos.

Sono raccolte 42 poesie con illustrazioni dell‘artista camuno Edoardo Nonelli. Il libro si apre con “un girotondo di pace”, disegnato da Edoardo Nonelli. “Un capolavoro – l’ha definito nella serata di ieri il cardinale Giovan Battista Re, prefetto emerito della Congregazione dei Vescovi – perché la cultura invia un messaggio forte, di pace”.

Alla serata erano presenti, oltre al cardinale Giovan Battista Re, il sindaco Aurelia Sandrini, il presidente dSerata 18 agosto Ponte di legno1i Pontedilegno Mirella-Cultura, Andrea Bulferetti, i giornalisti Gabriele Tacchini, curatore del libro, Enrico Castelli, vicedirettore della Tgr Rai che ha coordinato la serata, e il Maestro Giancarlo Corna che ha eseguito alcuni intermezzi musicali.

Il sindaco Sandrini ha sottolineato l’importanza della cultura, “in un paese che si sta caratterizzando sempre più per iniziative culturali, la poesia e i totem installati per le vie del centro sono importanti. E per questo devo ringraziare Andrea Bulferetti che ha promosso questa manifestazione, i poeti e le persone che stanno dando lustro a Ponte di Legno”.

Il curatore del libro Gabriele Tacchini ha ricostruito il filo conduttore del lavoro svolto: “Pensavamo a qualcosa per quest’anno – ha detto Tacchini – ed è nata l’idea di legare poesia e Prima Guerra Mondiale. Poeti da tutta Italia hanno inviato loro poesie e 42 sono raccolte in questo libro. Tutte sono state illustrate dall’artista Edoardo Nonelli, con la prefazione di Eugenio Fontana”.

IL MESSAGGIO DEL CARDINALE RE

“La pace e’ un’aspirazione insopprimibile dell’animo umano”. Cosi’ il cardinale Giovan Battista Re, prefetto emerito della Congregazione dei Vescovi, ha sintetizzato l’incontro promosso, a Ponte di Legno, da MirellaCultura in occasione della pubblicazione dell’ antologia “42 Voci per la Pace”, una raccolta di poesie, in gran parte inedite, voluta per celebrare il Centenario della Grande Guerra.

“Le 42 Voci per la Pace – ha aggiunto il porporato, originario della Valle Camonica anche se ormai da decenni risiede in Vaticano – aiutano, con l’attrattiva che sempre ha l’arte poetica, a ricordare una pagina dolorosa di storia che non sarebbe saggezza dimenticare. Dobbiamo custodire la memoria di quella guerra, perche’ quanto accaduto 100 anni fa non abbia piu’ a ripetersi”.

Il card.Re si e’ soffermato anche sull’attualita’, sulle parole di Papa Francesco, stimolato in alcune riflessioni dal conduttore della serata, il vicedirettore della Tgr Rai Enrico Castelli.

La serata, svoltasi nell’inconsueta cornice della Chiesa della SS.Trinita’ di Ponte di Legno, e’ stato aperta dal saluto del sindaco Aurelia Sandrini ed ha avuto momenti significativi con la lettura di alcune delle poesie contenute nel libro, fatta dai rispettivi autori, e con alcuni intermezzi musicali all’organo, proposti dal maestro Giancarlo Corna.

Il volume “42 Voci per la Pace” (Nomos edizioni) e’ stato curato da Gabriele Tacchini con la grafica di Marina Bonanni e le illustrazioni (una per ciascuna poesia) di Edoardo Nonelli.

L’incontro sul tema della Pace e’ stato il secondo di una settimana intitolata “Una montagna di cultura…la cultura in montagna”, promossa da MirellaCultura (associazione senza scopo di lucro presieduta da Andrea Bulferetti) in occasione del Centenario. L’apertura, lunedi’, era stata affidata alle suggestive immagini realizzate da Mario Lauro sui siti archeologici di Siria e Libia ora sotto minaccia di devastazione.

I PROSSIMI EVENTI
La settimana culturale prosegue, stasera, con l’incontro con Giancarlo Mazzuca, direttore del Giorno e neo consigliere di amministrazione Rai, sul suo libro “Indro Montanelli: uno straniero in patria” mentre domani sera sara’ la volta del Concerto del Centenario del pianista Francois-Joel Thiollier con musiche che hanno come tema conduttore Compositori di fronte ai Conflitti. Infine, nel week end, le tre giornate di PontedilegnoPoesia, il premio nazionale giunto alla sesta edizione.

serata poesie Ponte di Legno10

ALTRI DETTAGLI DELLA SERATA

Il cardinale Giovan Battista Re ha sottolineato il cambiamento di Ponte di Legno “che è diventata un’oasi di pace e dove la poesia ha un posto particolare”. ”Ponte di Legno – ha proseguito il cardinale Re – è stata teatro di eventi cruenti e fu particolarmente colpita dai bombardamenti della Prima Guerra Mondiale, ciò che prima divideva ora unisce e queste sono le montagne. Un esempio è il Pellegrinaggio in Adamello che si svolge ogni anno, in modo alternato in Valle Camonica o in Trentino e questo significa che qui c’è pace e armonia”.

Incalzato dalle domande del giornalista Enrico Castelli, il cardinal Re ha raccontato alcuni aneddoti  degli ultimi cinque Papi, della Guerra Fredda, dei rapporti tra Stati (Stati Uniti e Russia) e del suo legame con Papa Paolo VI che – ha detto il cardinal Re – “Nei  primi anni ’70 si ricordava ancora quel luglio-agosto del 1918 quando a Borno suo padre, il sindaco e il parroco si incontravano alla sera dietro la canonica e durante i colloqui auspicavano la fine del conflitto, che arrivò a inizio autunno”.

I poeti Sandro Boccardi, Franco Loi, Rosa Maria Corti, Vincenzo Guarracino, Giuseppe Langella e Alfredo Tradigo hanno letto davanti a un pubblico attento e con intermezzi musicali del Maestro Giancarlo Corna, le loro poesie.

La serata si è conclusa con le parole del professor Eugenio Fontana: “la poesia è il linguaggio più difficile a comprendersi ma è l’unico in grado di aprire un passaggio verso l’infinita, eterna Bellezza”.Ponte di Legno 42 voci pace


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136