QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Polonioli eletto presidente della conferenza dei sindaci dell’Asl Valle Camonica senza i voti del gruppo Alpes

giovedì, 6 agosto 2015

Breno – Giambettino Polonioli (nella foto), sindaco di Cimbergo, è stato eletto presidente della conferenza dei sindaci dell’Asl camuna. Subentra a Fiorino Fenini, sfiduciato a metà luglio, per non aver preso posizione contro la riforma sanitaria che poi è stata approvata ieri in Regione Lombardia.

Così nello scontro tra il gruppo Civico, guidato da Corrado Tomasi consigliere regionale Pd, e il gruppoGianbettino_polonioli Cimbergo Alpes, che vede tra i suoi alfieri Martino Martinotta, sindaco di Corteno Golgi, sulla riforma sanitaria è stato il sindaco di Esine Fiorino Fenini a farne le spese.

Il braccio di ferro sulla riforma sanitaria al Pirellone ha avuto ripercussioni anche in Valle Camonica dove il Pd si è dichiarato contrario alla nascita della nuova ATS della montagna che unirà a livello sanitario le realtà montane (Valle Camonica, Valtellina e Valchiavenna e Alto Lario comasco). Secondo i sindaci del Gruppo Alpes  viene tutelata invece l’autonomia camuna e anzi la rafforzerà e per la prima volta riconosce una specificità alla sanità di montagna. Di questo parere anche i consiglieri regionali Fabio Angelo Fanetti (Lista Maroni presidente) e Donatella Martinazzoli (Lega Nord)

Questa sera nell’assemblea della Conferenza dei sindaci Asl Valle Camonica è stato eletto – con i soli voti del gruppo Civico, senza quelli del gruppo Alpes (astenuti alla votazione in segno di protesta i principali rappresentanti del gruppo Alpes) – Giambettino Polonioli, sindaco di Cimbergo, presidente della conferenza dei sindaci Asl in Valle Camonica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136