QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Quasi 1500 appassionati con Alberto Contador al Passo Gavia. Successo della terza edizione della RHxDue. PHOTOGALLERY

sabato, 12 settembre 2015

Passo Gavia – Un successo la giornata con il campione di ciclismo Alberto Contador e i  ragazzi della sia Fundaciòn Contador che hanno organizzata la terza edizione della RHxDue che ha visto ben 1500 appassionati al via complessivamente sui due versanti – da Ponte di Legno e Valle Camonica e da Bormio e della Valtellina (Nella Photogallery ©Photo Digital Veclani le spettacolari immagini della partenza da Ponte di Legno, della salita dei ciclisti e l’arrivo al Gavia con la festa di Contador)

Contador - dopo l’avvio di giornata a Ponte di Legno con la presenza del sindaco Aurelia Sandrini, quindi dell’Adamello Ski con il direttore Stefano Pizzi, di Ennio Donati, degli organizzatori e dei rappresentanti della Pro loco, – si è trasferito a Bormio in elicottero e successivamente è salito in meno di un’ora al Passo Gavia. (Qui il video)

“E’ stato bellissimo – ha commentato all’arrivo del Passo Gavia, il campione vincitore dell’ultimo Giro d’Italia – ho provato anche alcuni scatti durante la salita, per vedere come va e concludere al meglio la stagione. Certo che qui fa un po’ freddo”.

Il campione spagnolo ha svelato poi i programmi del 2016: parteciperà al Tour de France, ad importanti competizioni internazionali e sarà di nuovo sulle strade della Valle Camonica e Valtellina con la salita al Passo Gavia. “Tornerò qui – ha detto – per proseguire la nostra esperienza”.

Al Passo Gavia ha trovato il pubblico delle grandi occasioni, ciclisti – oltre 1500 saliti dai due versanti – il suo team che davanti al rifugio Bonetta e alla folla di appassionati ha premiato i migliori ciclisti. Consegnando il casco come regalo  Contador ha detto: “Proseguite così”.

Al termine grande festa e musica con la partecipazione di ciclisti e appassionati delle due ruote. La maggior parte dei ciclisti che ha raggiunto la “Cima Coppi” a 2.652 metri di altitudine ha migliorato – grande al clima fresco rispetto al caldo della precedente edizione – i loro tempi di ascensione. La media è stata tra l’ora e mezza e le due ore di tempo di ascesa su entrambi i versanti.

Un momento speciale al passo Gavia è stato l’incontro tra Contador e i suoi fan: “Vi ringrazio – ha concluso – siete davvero tanti”. Poi l’arrivederci al prossimo anno.

di Alberto Panzeri


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136