QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pirata della strada individuato dalla Polizia Stradale. Denunciato per omissione di soccorso

martedì, 31 marzo 2015

Darfo Boario – Provoca un incidente, abbandona l’auto e fugge. Ma la Polizia Stradale di Darfo Boario, incaricata di ricostruire la dinamica dell’incidente, è risalita in poche ore al pirata della strada. Nei guai è finito un extracomunitario. Il 49 enne, albanese, residente a iseo si è stato tradito da solo: infatti si è presentato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Iseo per farsi medicare. Così gli agenti della Polstrada che hanno controllato tutti  gli ospedale l’hanno smascherato in breve tempo.

La dinamica: lo schianto è avvenuto in via San Zeno all’incrocio con via Zizola alle 5.15 di ieri.  La cintura era ancora agganciata, l’auto semidistrutta in mezzo alla strada, ma del conducente non c’era traccia.

polizia stradale

L’automobilista alla guida di una Marea SW, un 44enne bresciano,  è stato ricoverato per traumi alla Poliambulanza, mentre l’uomo al volante della Fiat Punto, appunto l’albanese 49 enne è stato rintracciato poche ore dopo dalla dalla Stradale di Darfo Boario Terme. E’ stato denunciato per omissione di soccorso.

sss

se provoca incidente a Brescia e fugge: fermato a Iseo
Un albanese che aveva provocato un incidente stradale a Brescia e che era fuggito, dopo cinque ore di indagini e ricerche è stato fermato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Iseo. L’albanese era alla guida della Fiat Punto che era rimasta coinvolta in un grave incidente ieri mattina all’alba alle ore 5.00 cinque, all’incrocio tra via San Zeno e via Asti: l’uomo, un 49enne residente ad Iseo, dopo essersi scontrato frontalmente con una Fiat Marea, aveva abbandonato il veicolo senza aspettare l’arrivo dell’ambulanza e degli agenti della Polizia stradale, riuscendo a far perdere le proprie tracce per qualche ora. La sua ricerca ha impegnato a lungo le forze di polizia che avevano anche allertato le accettazioni dei Pronto soccorso della provincia, certi che il balordo avrebbe fatto ricorso alle cure dei medici a causa dei traumi riportati nello scontro e descritti anche dai testimoni che avevano raccontato di un uomo in fuga che camminava barcollando e zoppicando. La fuga del’albanese è finita al pronto soccorso del nosocomio di Iseo dove, intorno alle ore 10.00, l’uomo si è presentato coperto di lividi ed escoriazioni: qui, insieme ai medici però vi erano anche gli agenti della Polstrada Iseo che hanno cercato di ricostruire l’accaduto interrogando l’albanese che ha negato il coinvolgimento nell’incidente ma descrizione e identikit forniti da alcuni testimoni sono stati decisivi nell’identificazione. Dalle indagini è emerso che la Punto distrutta nell’incidente, è intestata ad un altro albanese (residente ad Iseo) che non era al corrente dell’accaduto e ha spiegato di aver prestato l’auto ad un amico ma di non conoscere l’identità dell’uomo che la stava guidando al momento dell’incidente. Ad avere la peggio, nello scontro tra i due mezzi, un 43enne che era al volante di una Fiat Marea che è stato soccorso immediatamente e ricoverato alla Poliambulanza in prognosi riservata anche se fortunatamente non è in pericolo di vita.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136