QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Picchia la convivente che finisce in ospedale a Esine. Arrestato dai carabinieri 32enne

sabato, 12 luglio 2014

Pisogne – I carabinieri della stazione di Pisogne (Brescia) l’altra notte hanno tratto in arresto O.D.E. 32 enne cittadino di nazionalità nigeriana, residente a Piancogno, nullafacente, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

carabinieri manette

Intorno all’una di notte il 32enne, per futili motivi, probabilmente a seguito di una lite, colpiva la convivente di nazionalità nigeriana. La donna trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Esine, veniva riscontrata affetta da policontusioni da percosse, guaribili in una settimana, dopo le medicazioni veniva subito dimessa. Il Gip del tribunale di Brescia, con rito direttissimo, ha convalidato l’arresto, disponendo l’obbligo di firma giornaliera alla Polizia Giudiziaria e il rinvio del processo al 17 luglio.

ALTRI ARRESTI

Nel pomeriggio di ieri, nell’ambito dell’attività di contrasto dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti, i carabinieri della stazione di Artogne (Brescia), hanno tratto in arresto E.F. 37 enne ,cittadino di nazionalità tunisina, pregiudicato, nullafacente, domiciliato a Esine (Brescia). Il predetto, che già da alcuni giorni era soggetto a pedinamento, poco dopo le 15 veniva sorpreso e bloccato mentre cedeva una dose di sostanza stupefacente del tipo “hashish” ad un acquirente del luogo. A seguito della successiva perquisizione veniva rinvenuta e posta sotto sequestro la somma di 20 euro ritenuti il provento dell’attività di spaccio, due telefoni cellulari e grammi 1,7 di stupefacente dello stesso tipo. Nella mattinata odierna il Gip del tribunale di Brescia, con rito direttissimo, ha convalidato l’arresto, condannandolo a 6 mesi di reclusione e 2000 euro di multa, pena sospesa e rimesso in libertà.

Nella serata del 10 luglio scorso, i carabinieri della stazione di Darfo Boario Terme (Brescia), hanno tratto in arresto A.V. 53 enne italiano, residente a Darfo B.T., pluripregiudicato, per la violazione degli obblighi della sorveglianza speciale a cui era sottoposto, con l’obbligo di dimora e di non uscire dall’abitazione nelle ore notturne. Il predetto veniva rintracciato verso le ore 23:00 del 09 luglio all’interno di un esercizio pubblico del luogo. Si evidenzia che lo stesso individuo era già stato tratto in arresto dai Carabinieri di Darfo B.T. il 27 aprile scorso, per lo stesso reato. L’autorità Giudiziaria, con rito direttissimo, ha convalidato l’arresto condannandolo ad un anno di reclusione e disponendo la sottoposizione agli arresto domiciliari presso la propria abitazione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136