QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Piancogno: fermato dai carabinieri pirata della strada. Sconterà pena di 5 mesi ai domiciliari

sabato, 2 aprile 2016

Piancogno –  Pirata delle strada sconterà residuo pena (circa 5 mesi) ai domiciliari. I carabinieri della stazione di Piancogno (Brescia) che fanno capo alla Compagnia di Breno guidata dal Maggiore Salvatore Malvaso, hanno arrestato – in esecuzione di ordinanza di applicazione della misura della detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brescia – un 49enne, italiano, residente in Valle Camonica che dovrà scontare una pena residua di alcuni mesi per il reato di “fuga e omissione di soccorso a seguito di sinistro stradale”.

L’episodio risale ad alcuni anni fa, con l’automobilista che è fuggito dopo un incidente sulla statale del Tonale. Con la nuova norma – appena introdotta – ci sarebbe stato l’arresto. I carabinieri di Piancogno hanno accompagnato il 49enne presso la propria abitazione.

Incidente in galleria 1

APPLICAZIONE DETENZIONE 

L’altro pomeriggio a Darfo Boario Terme (Brescia), i carabinieri della locale stazione hanno arrestato in esecuzione di ordinanza di applicazione della misura della detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Brescia, un 43enne italiano residente in Valle Camonica per scontare alcuni mesi di pena per il reato di “rifiuto dell’accertamento dello stato di ebbrezza”. L’arrestato è stato accompagnato presso la propria abitazione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136