QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Pericolo incendi elevato anche in Alto Adige: raccomandata prudenza con sigarette e fuochi d’artificio

sabato, 24 dicembre 2016

Bolzano – La siccità delle ultime settimane ha innalzato il rischio di incendi nelle zone boschive dell’Alto Adige. La Ripartizione foreste raccomanda massima prudenza.Incendi 1

La situazione meteorologica in Alto Adige, con l’assenza di precipitazioni che perdura ormai da settimane, porta con sè anche l’aumento del rischio di incendi nelle zone boschive. Il direttore della Ripartizione provinciale foreste, Paul Profanter, ricorda che “va rispettato il divieto generalizzato di accendere fuochi ad una distanza inferiore ai 20 metri dal bosco”. Profanter, inoltre, chiede alla popolazione di “usare la massima prudenza quando si maneggiano possibili fonti di innesco delle fiamme come mozziconi di sigaretta e fiammiferi. In maniera particolare se si transita con impianti di risalita nelle aree boschive dei comprensori sciistici”. Un altro fattore di rischio, nel caso in cui dovesse perdurare la siccità, è inoltre costitutito dall’impiego di fuochi d’artificio per San Silvestro.

Le zone maggiormente a rischio rimangono i versanti esposti al sole dove erba e arbusti sono rinsecchiti causa l’assenza di precipitazioni, in caso di incendio la popolazione è chiamata ad avvisare nel più breve tempo possibile i Vigili del fuoco tramite il numero di emergenza 115. Ulteriori informazioni sui comportamenti da tenere in caso di incendio sono a disposizione sul web agli indirizzi www.provincia.bz.it/foreste e www.provincia.bz.it/protezione-civile/cosa-fare/incendi-boschivi.asp.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136