QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Passo Tonale, neve e vento: alto il rischio valanghe. Allerta nella zona Cantiere dopo l’episodio di martedì

venerdì, 4 marzo 2016

Passo Tonale –  Le nevicate degli ultimi giorni e il forte vento che ha creato accumuli instabili ha fatto innalzare i pericolo valanghe a indice 3 e in alcuni casi 4 . Quindi rischio marcato e forte.

Nella giornata di martedì una valanga è finita nel fuoripista del Cantiere: la slavina è partita dalla parete ovest della Cima busazza raggiungendo la parte piatta del fuoripista del cantiere (come testimoniato dal video di Gerardo Ghisleni).

Per chi pratica freeride l’invito è di evitare il fuoripista, non solo nella zona del Cantiere, ma anche in altre aree dove gli accumuli di neve e l’instabilità potrebbero creare problemi anche al passaggio di un singolo sciatore.

fuoripista Tonale

ALLERTA VALANGHE IN LOMBARDIA DALLA REGIONE

Il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia, la cui attivita’ e’ coordinata dall’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e
Immigrazione Simona Bordonali, ha emesso un avviso di moderata criticita’ per rischio valanghe dalle ore 00 di sabato 5 marzo.

In particolare, l’allerta riguarda le zone omogenee 11 Prealpi Occidentali (province di Como, Lecco e Varese); 12 Retiche Occidentali (Como e Sondrio); 13 Retiche Centrali (Sondrio); 14 Retiche Orientali (Brescia e Sondrio); 15 Adamello (Brescia); 16
Prealpi Bresciane (Brescia) e 54 Orobie e Prealpi Bergamasche (Bergamo, Brescia e Sondrio).

Una veloce perturbazione di origine atlantica interessera’ anche la nostra regione a partire dalla serata odierna e per le prossime 24 ore, determinando condizioni di tempo perturbato con precipitazioni anche di forte intensita’. Oggi 4 marzo cielo poco nuvoloso, nel corso della giornata graduale aumento della nuvolosita’ fino a cielo coperto. Rotazione dei venti da Nord a Sud-Ovest. Per domani, sabato 5 marzo, si prevede cielo coperto con precipitazioni da moderate a forti, piu’ intense nelle ore centrali della giornata. Previsti al di sopra dei 1300 metri di quota da 30-40 centimetri in Alta Valtellina fino a 70-100 centimetri sui restanti settori. Limite della neve intorno a 600 metri in rialzo in giornata. Attenuazione dei venti in serata. 

INDICAZIONI OPERATIVE
La nuova neve e i recenti lastroni, non ancora del tutto trasformati, determineranno uno scarso consolidamento generale del manto nevoso. Su molti pendii saranno probabili scaricamenti e valanghe di piccole e medie dimensioni a tutte le esposizioni, a debole o media coesione e anche a lastroni. In singoli casi, lungo i percorsi abituali anche di grandi dimensioni. Il distacco sara’ probabile con debole sovraccarico su molti pendii ripidi.

Pertanto, si suggerisce alle Amministrazioni locali di:

- valutare l’eventuale necessita’ di chiusura o divieto di transito delle strade di competenza ad elevato rischio valanghe;
- informare la popolazione residente e quella transitante del possibile rischio.

Il centro suggerisce inoltre di segnalare ogni evento significativo al numero verde della Sala operativa 800.061.160,
attivo 24 ore su 24.

LE PREVISIONI

Gli esperti prevedono per oggi bel tempo con temperature in flessione e zero termico attorno ai mille metri, mentre domani una nuova perturbazione raggiungerà le Alpi e il Nord italia portando neve fino a bassa quota – attorno ai 600- 700 metri – nella notte tra sabato e domenica. Poi ci sarà un lento miglioramento del tempo, con però temperature piuttosto rigide per il periodo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136