QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Passo Tonale: il maltempo non ferma migliaia di persone alla Festa della Fratellanza. FOTO

domenica, 23 agosto 2015

Passo Paradiso – Freddo e maltempo non hanno fermato migliaia di persone, radunate stamattina al Passo Paradiso per la 38esima Festa della Fratellanza. Al Passo Tonale tradizionale appuntamento di fine agosto, nato grazie alla lungimiranza ed alla volontà di Emilio Serra e Kurt Steiner, diventato nel tempo un momento di straordinario valore simbolico, un pellegrinaggio di pace che richiama migliaia di persone nei luoghi che videro la sofferenza e la morte di tanti soldati, su entrambi i fronti. Nella photogallery i diversi momenti della Festa della Fratellanza, qui un video delle celebrazioni.

 

Nebbia bassa, temperatura di pochi gradi sopra lo zero termico, qualche goccia di pioggia: questa l’atmosfera agli oltre 2500 metri di altitudine del Passo Paradiso. La cornice è data da migliaia di persone arrivate per ricordare.

Alle 10 l’ammassamento con partenza dal piazzale d’arrivo della cabinovia è partita la sfilata con il Corpo Bandistico Ossana-Vermiglio fino al monumento alla Fratellanza, con la partecipazione delle Autorità, dei rappresentanti dei gruppi Kaiserschützen, Kaiserjäger e Standschützen, delle Compagnie Schützen, della Croce Nera Austriaca, dei Gruppi Alpini, delle forze dell’ordine, delle Associazioni ex Combattenti e delle associazioni di volontariato della Val di Sole e della Valle Camonica.

Presenti tra gli altri, il sindaco di Vermiglio Anna Panizza, la presidente della Regione Trentino Alto Adige Chiara Avanzo, l’assessore provinciale Carlo Daldoss, già sindaco di Vermiglio per 10 anni, e una decina di sindaci, oltre al senatore PATT Franco Panizza.

La sfilata ha previsto un anello attorno al laghetto del Ghiacciaio: quest’anno infatti per via dei lavori alla nuova cabinovia c’è stata una lieve modifica del percorso, che nelle scorse edizioni della festa prevedeva la discesa dalla Capanna Presena fino al monumento della Fratellanza.

A seguire si è celebrata la Santa Messa, dal cappellano militare, padre Giorgio Valentini, con la partecipazione del Coro Presanella, insieme anche a don Enrico Pret, parroco di Vermiglio e alpino.

Durante l’omelia il Celebrante ha ricordato il valore della Pace e il dovere di far conoscere gli orrori di cento anni fa perché non si ripetano più. A seguire il programma ha previsto la Salva d’onore della Compagnia Schützen Val di Sole e la deposizione delle corone al monumento della Fratellanza.

Una giornata di Festa all’insegna però del ricordo e della riflessione sul passato e sul futuro affinché la fratellanza significhi una vera crescita per l’intera umanità. Ad organizzare l’evento Achille Serra e il Museo della Guerra Bianca di Vermiglio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136