QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno, ritrovata in Alta Valle Camonica l’auto di Ghirardini. Il giallo di Marcheno si infittisce

venerdì, 16 ottobre 2015

Ponte di Legno – Riprenderanno domani le ricerche dell’uomo di 50 anni, Giuseppe Ghirardini, residente in Val Trompia, dipendente della fonderia Bozzoli di Marcheno, scomparso da mercoledì.

Intanto in serata la Suzuki Vitara marrone è stata ritrovata nei pressi di Ponte di Legno, in Alta Valle Camonica, sulla strada ‘Tonalina’. Appartiene all’uomo scomparso: l’operaio lavora nell’azienda di proprietà di Mario Bozzoli, l’imprenditore bresciano scomparso nel nulla da oltre una settimana. Nelle foto le ricerche odierne che si sono concentrate tra Passo Maniva e Crocedomini da parte del Soccorso alpino.

 

Di Ghirardini non ci sono tracce: i tecnici della V Delegazione Bresciana del Soccorso alpino sono stati impegnati per tutta la giornata. Le squadre appartenenti alle stazioni di Breno, Valle Trompia e Valle Sabbia sono salite dai diversi versanti della provincia di Brescia, passando rispettivamente dai passi Crocedomini, Maniva e Gaver; hanno perlustrato anche la zona del Passo delle Sette Crocette, Baremone e Dosso dei Galli. Le ricerche riprenderanno domani.

Il mistero si infittisce e ha raggiunto l’Alta Valle Camonica nelle ultime ore: infatti la Suzuki Vitara marrone è stata ritrovata vicino a Ponte di Legno. L’operaio lavora nell’azienda di proprietà di Mario Bozzoli, l’imprenditore 50enne scomparso da otto giorni, e sarebbe uno dei tre operai presenti nella fonderia l’ultima volta che il titolare è stato visto di persona.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136