QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Paspardo: la squadra di De Pedro e il programma della lista “Comune Obiettivo”

venerdì, 9 giugno 2017

Paspardo – Verso le elezioni amministrative. Secondo incontro al centro polivalente con la presentazione della lista “Comune Obiettivo” guidata dal candidato sindaco Fabio De Pedro con accanto i dieci aspiranti consiglieri. E’ stato svelato il programma del prossimo mandato amministrativo. Domenica 11 giugno – urne aperte dalle 7 alle 23 –  e i 540 aventi diritto al voto troveranno sulla scheda elettorale una sola lista – Comune Obiettivo –  con i seguenti candidati (nella foto con al centro Fabio De Pedro):

Candidato sindaco FABIO DE PEDRO

Paspardo lista De Pedro

1) DASSA Caterina
2) DEROCCHI Annamaria
3) FACCHINI Dario
4) MARTINAZZOLI Giovanni
5) ORSIGNOLA Carlino
6) RUGGERI Enrica
7) SALARI Aristide
8) SALARI Gian Paolo
9) SORTENI Giacomino
10) SQUARATTI Giovanni Battista

“Il nome della lista – spiega Fabio De Pedro –  rimane lo stesso di quella del 2012 – COMUNE OBIETTIVO – con l’aggiunta della potenza al quadrato a significare che eleveremo al quadrato quello che è stato fatto in questi cinque anni”.

IL PROGRAMMA  

Per i prossimi anni verrà rivolta alla riduzione della pressione fiscale per incentivare la permanenza nel paese, inoltre è in programma la passerella su funi in acciaio di collegamento fra Paspardo e Cimbergo sulla forra del torrente Re. Secondo il candidato sindaco Fabio De Pedro “E’ un’occasione unica per portare turismo nel nostro piccolo borgo montano”.

Inoltre è prevista la struttura dell’ex oratorio che per anni ha accolto colonie estive e che ora è dismessa e verrà recuperato l’indotto delle colonie estive perso negli anni. In quell’edificio, ragazzi e turisti, una volta rinnovato, troveranno il luogo ideale dove trascorrere qualche giorno di relax. Sarà compito della nuova amministrazione cercare contributi da ogni parte per ripristinare il manufatto esistente.

TURISMO

Due puntate di Mela Verde (Paspardo una montagna di emozioni e Paspardo e la castagna, la regina del bosco) dedicate al territorio hanno notevolmente rilanciato il paese. Quasi 6 milioni di spettatori hanno potuto apprezzare questa parte di media valle tanto ricca di arte e cultura quanto unica dal punto di vista ambientale e naturalistico. In futuro ne è prevista un’altra dedicata agli alpeggi montani della località Zumella Monte Colombè inserita come malga Silter.

Il rilancio del nostro territorio passa necessariamente attraverso l’introduzione di un nuovo modo di fare turismo che trova le sue risposte in quel turismo definito dagli esperti turismo naturalistico o turismo sostenibile.

In simbiosi con i paesi vicini, la nuova amministrazione cercherà di rafforzare i rapporti con la Riserva Incisioni Ceto, Cimbergo e Paspardo, con l’Ecomuseo “nel bosco degli alberi e del pane” con il Parco Adamello e Adamello Brenta al fine di avere finalmente un ruolo da protagonisti. Negli ultimi anni – afferma Fabio De Pedro “abbiamo valorizzato con tutte le forze il nostro Centro Faunistico, vero e proprio fiore all’occhiello e unico esempio di centro di recupero animali feriti in Provincia di Brescia. Con Provincia e Parco Adamello dobbiamo aumentare gli investimenti al fine di renderlo ancora più attrattivo”.

AMBIENTE
Il programma della lista di Fabio De Pedro prevede: la valorizzazione e salvaguardia del territorio anche a lungo termine con progetti di sviluppo ecosostenibili per la salvaguardia del territorio e dell’ambiente – energie rinnovabili – centraline idroelettriche e a biomassa; interventi mediante convenzione con organismi sovracomunali (Consorzio Forestale Pizzo Badile) su strade montane, campestri, sentieri, al fine di migliorare la viabilità montana, creare nuove aree attrezzate e rivalutare quelle esistenti.

Inoltre punta sul recupero delle coltivazioni con sostegno all’imprenditorialità agricola giovanile, garantendo la continuità dei finanziamenti per la sistemazione dei muri di terrazzamento ed il recupero di strade o sentieri rurali.

Infine è previsto l’adeguamento al sistema di raccolta differenziata (passaggio obbligato per un paese con vocazione turistica) con realizzazione di una nuova piattaforma ecologica nella quale far confluire oltre ai rifiuti anche piccoli quantitativi di materiale da costruzione inerte e gli elettrodomestici.

CENTRO-STORICO
Negli ultimi cinque anni è stato rifatto il cuore del centro storico ( piazza Umberto I, Via Fontana, Piazza Bonfadini ) con nuovi sottoservizi e reti tecnologiche, nuove pavimentazioni, arredo urbano e illuminazione a led, oltre al completamento delle rimanenti parti del tessuto stradale ( via Racco, via Martina, via Martinazzoli) .

Il Centro storico è diventato in questi anni la location ideale per ospitare durante la Sagra della Castagna di metà Ottobre numerosi espositori di artigianato locale. Le piazze si sono trasformate in vere e proprie stanze a cielo aperto. Luoghi ideali dove ambientare eventi culturali e concerti di ogni genere.

Serate di poesia, teatro all’aperto, concerti di musica classica, sono stati ospitati in questi anni nel nostro splendido centro storico. Continueremo a coinvolgere artisti e a farli esibire nel cuore del nostro borgo medioevale. L’ufficio tecnico consiglierà ai privati cittadini come intervenire e suggerirà l’utilizzo dei materiali piu’ idonei col fine di sensibilizzare il privato alla ricerca del bello in linea con la tradizione storico architettonica.

ATTENZIONE A GIOVANI E ANZIANI
I giovani sono il futuro della comunità e la linfa vitale della sua continuità. La Lista “Comune Obiettivo” intende organizzare incontri formativi, culturali, musicali, feste, manifestazioni e convention; aumentare gli incentivi su borse di studio e bonus bebè già introdotte per la prima volta nel precedente quinquennio.

Sarà data risposta ai bisogni dei cittadini che ne hanno maggiormente necessità (anziani, disabili, giovani, famiglie, nuove povertà). Il consiglio comunale dei ragazzi ha raggiunto in questi 5 anni risultati impensabili (numerosi premi che ci ha visto di recente in Senato premiati direttamente da Pietro Grasso). L’obiettivo è continuare su questa strada al fine di aumentare la qualità del sistema formativo e delle attività extrascolastiche della nostra scuola, una volta considerata di serie B, ma oggi vera e propria eccellenza sul panorama nazionale.

CULTURA
Anche Paspardo ha nella sua storia tradizioni popolari, religiose, del lavoro, che non devono assolutamente andare perdute, anzi vanno mantenute vive con l’organizzazione di eventi culturali al fine di far conoscere anche fuori dai confini comunali il nostro splendido patrimonio artistico-culturale. L’obiettivo è continuare a coinvolgere artisti per arricchire il borgo con opere d’arte posizionate negli scorci più suggestivi del paese, ad esempio le opere di Lino Tinè (scultura dl castagno secolare) e Wall in Art (arte contestuale muraria) .

Infine l’obiettivo è valorizzare al meglio le manifestazioni attuali esistenti;  organizzare, in sinergia con gli enti locali, nuovi eventi culturali, pubblicazioni di libri sulla storia e l’architettura del paese, mostre fotografiche, esecuzioni musicali per l’affinamento in tutti del gusto del bello; creare una collaborazione e contatti con le compagnie teatrali diffuse sull’intero territorio bresciano al fine di coinvolgerle per spettacoli all’aperto, utilizzando come spazio teatrale il nostro bellissimo centro storico; valorizzare la conoscenza storica di Paspardo, delle sue donne e dei suoi uomini, del lavoro, del territorio e delle sue peculiarità artistiche e culturali, incentivando i ricercatori e l’attività didattica scolastica, organizzare in collaborazione con la Regione Lombardia, Provincia di Brescia e tutti gli enti comprensoriali una mostra con immediata pubblicazione sul grande pittore paesaggista Cesare Bertolotti che nei primi del novecento stabilitosi definitivamente a Paspardo dipinse gli scorci più suggestivi del paese. “E’ un programma ambizioso – conclude il candidato sindaco Fabio De Pedro, con accanto i dieci  aspiranti consiglieri – con un unico scopo: valorizzare ancor di più Paspardo”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136