QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Paspardo: il gufo reale colpito da dieci pallini è guarito e rilasciato in alta quota

mercoledì, 16 aprile 2014

Paspardo – E’ stato rilasciato dopo essere stato accudito per circa cinque mesi il  gufo reale che un cacciatore camuno ha tentato di uccidere agli inizi di novembre a Pianazzo, frazione di Esine. E’ guarito e da ieri è tornato in libertà sui monti  sopra Esine. Si tratta di un esemplare gufo reale – una specie protetta e molto rara – e , secondo gli esperti, ve ne sono soltanto duecento esemplari a livello nazionale.

IL RITROVAMENTO

Nel novembre scorso il gufo reale era stato rinvenuto in Valle Camonica  in condizioni disperate, colpito da alcuni pallini sparati da un cacciatore. In questi mesi l’animale è stato curato nel Centro recupero Animali  Selvatici del Parco dell’Adamello, con sede a Paspardo,  dove è stato sottoposto a due interventi all’ala sinistra e all’occhio, colpiti dai pallini. Fin dall’inizio i responsabili del centro faunistico del Parco dell’Adamello e i veterinari hanno notato miglioramenti e parlato di tempi lunghi per la guarigione. Dopo  quasi cinque mesi di cure ègufo reale tornato in libertà: portato sui monti di Esine è stato rilasciato  dai tecnici del Centro Faunistico e dal veterinario. Il cacciatore che ha sparato al gufo reale non è ancora stato individuato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136