QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Parco dell’Adamello: una cartolina per segnalare e salvare lo stambecco

lunedì, 3 agosto 2015

Paspardo – Nell’ambito del Progetto Stambecco Adamello avviato dall’Associazione nel 2013, Uomo e Territorio Pro Natura, che gestisce il Centro Faunistico del Parco dell’ Adamello, grazie anche alla collaborazione dell’Associazione Rifugi di Lombardia, ha lanciato una campagna di rilevamento della distribuzione estiva dello Stambecco nel Parco mediante la distribuzione di cartoline di segnalazione in tutti i rifugi dell’area protetta.stambecco02

L’Associazione è infatti impegnata da due anni nel monitoraggio della specie, il primo dedicato allo stambecco dal suo ritorno a metà degli anni Novanta, al fine di impostare corrette modalità di intervento finalizzate alla tutela della piccola colonia adamellina che conta ancora oggi meno di 150 animali. Il monitoraggio già prevede due censimenti ogni anno, che coinvolgono oltre 50 straordinari volontari, nei quartieri di svernamento, nei quali maschi e femmine si concentrano tra fine novembre e gennaio per gli accoppiamenti.

Nel periodo estivo invece gli stambecchi – che non tollerano temperature elevate – sono molto sparpagliati in alta quota ed un censimento esaustivo diventa sostanzialmente impossibile da realizzare. Per questo l’Associazione invita tutti gli escursionisti che frequentano il Parco a dare un piccolo contributo segnalando gli stambecchi avvistati, mediante la veloce compilazione di una cartolina di segnalazione disponibile presso tutti i rifugi dell’area protetta.

La compilazione della cartolina richiede di fornire alcune informazioni minime (data, ora, luogo e numero di animali avvistati) integrabili con alcune informazioni di dettaglio ma facoltative (sesso e classe di età degli animali osservati).

La cartolina infine potrà essere riconsegnata ai gestori dei rifugi, potrà essere spedita via posta all’Associazione Uomo e Territorio Pro Natura oppure la sua scansione potrà essere inviata via e-mail o ancora le informazioni richieste potranno essere inviate a Pro Natura via mail o via sms (cell. 392.92.76.538).

L’IMPORTANZA DELL’INIZIATIVA
I pochi secondi richiesti dalla compilazione possono fornire un contributo importantissimo alla conoscenza della distribuzione estiva della specie, con importanti ripercussioni sul fronte gestionale e dunque sulla conservazione della neocolonia adamellina che a venti anni dai rilasci che hanno riportato la specie in Adamello costituisce ancora un decimo della popolazione potenziale nell’area.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136