QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica, Panathlon Club: la canoa protagonista del primo conviviale autunnale

venerdì, 2 ottobre 2015

Piancogno – La canoa protagonista del conviviale del Panathlon Club di Vallecamonica. Il primo incontro dopo l’estate ha avuto come protagonista la Canoa, rappresentata dagli atleti ‘mondiali’ Stefanie Horn e Giovanni De Gennaro e dal presidente del Canoa Club di Brescia Luca Bodè (Nella foto a lato a destra, accanto al presidente  Roberto Gheza). 

Perché la canoa in Vallecamonica? Da alcuni anni, grazie alla collaborazione tra il Parco dell’Adamello, guidato dal direttore Dario Furlanetto, il Canoa Club di Brescia organizza alcune dimostrazioni di canoa fluviale sul fiume Oglio Il presidente Gheza con il presidente Bodè del canoa Club di Bresciaper sensibilizzare sul problema acqua e per incentivare la pratica di questa attività sportiva.

Il presidente del Panathlon Club di Vallecamonica, dopo aver salutato i soci convenuti e gli ospiti, ha presentato la campagna del Panathlon International relativa alla battaglia contro il doping (‘Do not destroy what nature creates’) ha dato la parola al presidente Luca Bodè che così ha introdotto il tema della serata: “Ringrazio il vostro socio Furlanetto e il Panathlon per questa possibilità di presentare l’attività sportiva di cui mi occupo come presidente del Canoa Club di Brescia, società di appartenenza di Stefanie Horn e Giovanni de Gennaro. Non è la prima volta in Vallecamonica poiché da alcuni anni collaboriamo con il Parco dell’Adamello e abbiamo organizzato alcune giornate sul fiume Oglio a Cedegolo e a Darfo Boario Terme. Il nostro compito è quello di diffondere il nostro sport tra i ragazzi e i giovani ed per questo che siamo spesso nelle scuole bresciane. Purtroppo quest’anno la scarsità di acqua nel fiume Oglio ci ha impedito di proseguire la collaborazione con la Vallecamonica”.

Il presidente Bodè ha proseguito parlando delle diverse specialità della canoa, il Kaiak, lo slalom, quella fluviale, la velocità e così via. La parola poi è passata agli atleti: Stefanie Horn, tedesca di nascita ma ormai italiana a tutti gli effetti, atleta più volte campionessa europea Under 23 e vice campionessa europea assoluta nel 2014.

“Ho iniziato giovanissima con l’attività sportiva in genere e poi ho scelto la canoa perché è un insieme di forza, equilibrio, allenamento, passione e contatto con la natura.

Attualmente cerchiamo di tenerci in forma con l’allenamento sul lago e nel nostro bacino di Vobarno. Il problema più grande in Italia è l’assenza di impianti per allenarci, di torrenti ‘navigabili e quindi dobbiamo girare l’Europa”.

Giovanni De Gennaro (nella foto), sesto al mondiale 2014, ha evidenziato invece la grande passione per questo sport: “Ho iniziato per divertimento poi è subentrata una vera e propria passione. Dal 2012 sono nel Corpo Forestale e questo mi dà la necessaria tranquillità per dedicarmi totalmente alla canoa. Io pratico lo slalom che è sport oliGiovanni De Gennaro, canoista internazionalempico dove l’Italia ha un’importante tradizione a livello mondiale ma esistono anche la canoa turistica, la canoa estrema, il freestyle e le tranquille escursioni a lago. Per me la canoa è un momento entusiasmante per vivere l’ambiente e la natura.

Il fiume Oglio in Vallecamonica sarebbe un ottimo campo gara, anche a scopi turistici, solo che ogni tanto manca…l’acqua”.

Il presidente Bodè ha poi sottolineato la difficoltà di agganciare i giovani “magari fanno i corsi a livello scolastico ma poi spariscono: Stefanie e Giovanni hanno proseguito e adesso sono atleti a livello mondiale, l’ideale è iniziare intorno a 6-8 anni perché dopo è troppo tardi”. Molte le domande poste agli atleti dai soci Panathlon (i costi di questo sport, gli allenamenti, le nazioni più forti nella canoa e così via) alle quali hanno ben risposto gli atleti e il presidente del Canoa Club di Brescia. La consueta consegna del gagliardetto Panathlon agli ospiti e le fotografie di rito hanno concluso ancora una volta una bella interessante serata di sport.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136