QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Operazione Chamaleon, arrestato Antonides: forniva una tonnellata di droga al mese

venerdì, 12 luglio 2013

Breno- Mancava ancora un arresto per chiudere il cerchio nella maxioperazione contro il traffico di droga effettuata da parte dei Carabinieri nello scorso mese di maggio. Le compagnie di Breno, Clusone e il Ros, sono state coinvolte nella serie di oltre trenta perquisizioni nelle province di Brescia, Bergamo, Roma, Verona e Cagliari. Scoperto un traffico di droga proveniente da Sudamerica, Spagna e Olanda. Una ventina le persone arrestate; i sequestri hanno portato alla luce 50 kg di cocaina, 20 di hashish, cinquanta marijuana, due pistole con matricola abrasa complete di munizioni detenute clandestinamente e circa trecentodiecimila euro in contanti.

Hol Antonides, olandese di 51 anni, in grado di far arrivare una tonnellata di droga al mese, non era ancora stato fermato. Nella tarda serata di ieri, all’aeroporto di Orio al Serio,  l’arresto da parte dei carabinieri. Ora è colpito da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Brescia con le accuse di associazione per delinquere finalizzata al traffico DSC_8551-2000di droga e illecita detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’indagine, coordinata dalla Dda della procura di Brescia, era nata a seguito dell’uccisione di due pregiudicati in provincia di Bergamo, Leone Signorelli e Giuseppe Realini, ed era inserita nell’operazione denominata “Chamaleon”.Gli arrestati secondo gli inquirenti rifornivano il mercato della droga nella Valcamonica e nella città di Brescia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136