QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Niardo: uccise la moglie, Tullio Lanfranchi condannato a 16 anni di carcere

sabato, 16 aprile 2016

Niardo – Per l’omicidio di Gloria Trematerra, l’ex marito Tullio Lanfranchi, 62 anni, di Darfo Boario Terme, è stato condannato a 16 anni e a tre anni in casa di cura.

La sera del 17 aprile 2015 Tullio Lanfranchi, uccise la moglie Gloria Trematerra (nella foto sotto) , docente di inglese al Golgi di Breno, e ferì la figlia Alice, 18 anni, al termine di una lite familiare. A distanza di un anno e – dopo una perizia disposta dal giudice del tribunale di Brescia, Elena Stefana – Tullio Lanfranchi è stato condannato  16 anni di reclusione in carcere e a tre anni in casa di cura. L’uomo dovrà inoltre versare una provvisionale, subito esecutiva, di 400mila euro: 200 mila alla figlia di 18 anni, che quella sera riuscì a sottrarsi alla sua furia omicida, 160mila al figlio e 40mila alla sorella della vittima, che si sono costituiti parte civili.

Gloria Trematerra

Il delitto avvenne nel contesto familiare: Gloria Trematerra aveva chiesta la separazione per maltrattamenti e quel venerdì sera di un anno fa, lei e sua figlia Alice tornarono nell’abitazione di via Nazionale a Niardo per raccogliere alcuni effetti personali, quando  Tullio Lanfranchi  prima inveì contro la moglie, quindi impugnò un coltello da cucina e  la uccise. Infine inseguì anche la figlia Alice che stava scappando e la ferì alla schiena. La giovane riuscì a salvarsi. Ora la sentenza su un delitto che sconvolse la Valle Camonica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136