QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Muore durante allenamento in kayak, Chiari in lutto per Andrea Faoro

domenica, 26 marzo 2017

Chiari – La comunità di Chiari (Brescia) si è stretta attorno alla famiglia Faoro, molto conosciuta nel Bresciano, per la tragedia che ha colpito il figlio Andrea, durante un allenamento di kayak in Piemonte. Il giovane è stato ricordato oggi dal parroco e dagli amici. Andrea Faoro è morto mentre stava scendendo con alcuni amici in kayak il torrente Sermenza nel Vercellese, e dove stava preparando le prossime gare. Durante una discesa su una “rapida” Andrea Faoro si è ribaltato con la sua canoa, ha picchiato la testa ed è rimasto incastrato tra i sassi e sotto’acqua per diverso tempo.

Soccorso Alpino  forra - canyoning

Sul posto sono giunti i soccorritori, i tecnici del Soccorso alpino e speleologico piemontese e un’equipe di sanitari, vani sono stati i tentativi di rianimare il giovane. La salma è stata trasportata all’obitorio a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Nella serata di ieri i genitori hanno raggiunto Boccioleto per i riconoscimento del figlio. A Chiari è grande il dolore per la morte di Andrea, conosciutissimo nella cittadina e un talento naturale nel kayak.Il padre di Andrea è un fisioterapista. Una tragedia che ha colpito la Valle Camonica: Andrea Faoro era figlio di Monica Mottinelli, originaria di Cedegolo, sorella del presidente della Provincia di Brescia. Oltre al padre Maurizio, alla madre Monica, Andrea lascia anche il fratello Marco di 13 anni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136