QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Monno, battuta di caccia al cinghiale in località Savena. Gli amministratori: “Iniziativa preziosa”

lunedì, 29 agosto 2016

Monno – Battuta di caccia al cinghiale in Alta Valle Camonica. Si è tenuta in località “Savena” a Monno (Brescia) una battuta di contenimento del cinghiale, organizzata dalla Polizia Provinciale di Brescia, in stretta sinergia e con la preziosa collaborazione dei cacciatori del comprensorio di caccia C2.

cinghiale

Alla stessa, che ha avuto buoni risultati, determinando il temporaneo allontanamento dall’area della colonia di animali presenti (causa, nei mesi passati, di gravi danni a carico dei fondi della zona), hanno partecipato numerosi agenti oltre ad una trentina di cacciatori abilitati al controllo della specie, che hanno fornito il loro apporto del tutto volontariamente; a tale personale va il plauso e la riconoscenza degli agricoltori e della comunità di Monno. Il Comprensorio C4 ha messo a disposizione i cani e gli operatori specializzati per la caccia al cinghiale e al termine della battuta sono stati ringraziati per la disponibilità da cacciatori e Polizia Provinciale. Secondo gli amministratori di Monno, l’agricoltura di montagna, già di per sé in precario equilibrio per le note difficoltà che la caratterizzano, ha bisogno di costante supporto ed iniziative di questo tipo definite “molto preziose” e per questo gli amministratori “auspicano che le stesse iniziative, qualora se ne riscontrasse la necessità, non costituiscano un caso isolato ma vengano riproposte anche in futuro” .


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136