QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Mercato immobiliare, vendite delle seconde case in aumento a Ponte di Legno, Bormio, Livigno e Aprica. I prezzi

mercoledì, 2 dicembre 2015

Ponte di Legno – Il mercato immobiliare, anche delle seconde case, sta ripartendo. I segnali ci sono: da un’analisi del Centro Studio Casa.it il mercato della seconda casa nelle località montane lombarde ha da almeno cinque mesi un segno positivo. Ponte di Legno, Madesimo e Bormio rimangono le località più gettonate con prezzi di vendita oggi in discesa per le abitazioni più vecchie e stabili per quelle di maggior qualità. Le baite (nella foto sotto) sono molto richieste con incremento dei prezzi.

Secondo l’ultima ricerca del Centro Studio casa.it la località che non ha essenzialmente sfruttato il momento di forte ripresa del mercato turistico degli anni passati è Ponte di legno, che rimane ben distanziata dai valori di Madesimo e Bormio (e anche di Livigno) non toccando mai i 5mila euro al metro quadro per un’abitazione di tipo medio. Dalla ricerca sono esclusi gli immobili di qualità. Interessante rilevare l’escalation di Madesimo che – secondo la ricerca – è ormai divenuta la località “top” della Regione con prezzi di vendita che hanno raggiunto in alcuni casi anche i 7case di Visomila euro al metro quadro, superando i “top price” di Bormio che si fermano intorno ai 5/6.000 euro al metro.

Restando alla Valtellina, un’altra località che non ha fatto mai registrare grossi balzi in avanti in relazione ai valori di vendita delle abitazioni destinate al mercato turistico è l’Aprica, che ha forse conosciuto il suo momento di maggior fulgore immobiliare nella prima metà degli anni ’80. La domanda in acquisto in generale durante quest’anno non si è comunque particolarmente vivacizzata, solo nelle prime due località citate (Madesimo e Bormio) si può dire che si sono registrati i veri movimenti di domanda sia in campi acquisitivo ma soprattutto nel settore delle locazioni, per il resto, un mercato molto piatto.

Nella altre località montane – Borno e Montecampione in provincia di Brescia, Barzio-Piani di Bobbio nel Lecchese, Foppolo, San Simone e Presolana nella Bergamasca i valori delle case sono al di sotto dei 3mila euro. “I prossimi mesi – osservano i ricercatori di Centro studio casa. it – saranno importanti per capire se si può parlare di ripresa del mercato  e delle seconde case”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136