QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Maturità: seconda prova d’esame senza sorprese nei licei

martedì, 18 giugno 2013

Edolo - Seconda prova d’esame per gli studenti, con meno suspense però rispetto a ieri per i maturandi. Le tracce: si parte dal Classico, con la versione di latino tratta dall’Istitutio Oratoria (libro X capitolo secondo) di Quintiliano con il brano ‘Omero maestro di eloquenza’. Poi problemi con funzioni e un nutrito questionario che spazia dalla matematica alla geometria per il secondo scritto al liceo Scientifico. Un brano da ‘Il Grande Gatsby’ di Francis Scott Fitzgerald è stata la traccia della seconda prova per il liceo linguistico. Invece negli istituti tecnici e professionali le tracce erano legate ai diversi indirizzi.

Ieri invece c’erano state sorprese nelle tracce del tema di italiano, con i  pronostici della vigilia ribaltati. Ecco il testo di ordine generale: “Tutti gli organismi macroscopici, compresi noi stessi, sono prove viventi del fatto che le pratiche distruttive a lungo andare falliscono. Alla fine gli aggressori distruggono sempre se stessi, lasciando il posto ad altri  individui che sanno come cooperare e progredire. La vita non è solo una lotta di competizione, ma anche un trionfo di cooperazione e creatività. Di fatto, dalla creazione delle prime cellule nucleate, l’evoluzione ha proceduto attraverso accordi di cooperazione e coevoluzione sempre più intricati. Il candidato interpreti questa affermazione di Fritjof Capra alla luce dei suoi studi e delle sue esperienze di vita. Un’altra traccia con’ l’analisi di un brano di Claudio Magris, autore che ha spiazzato gli studenti facendo saltare tutte le previsioni della vigilia, ha suscitato qualche perplessità tra studenti e docenti. Ripreso il testo de “L’infinito viaggiare” di Magris. In sintesi le tracce:  ’La rete della vita” per il tema generale, ”Brics e Paesi emergenti” per il tema storico; Stato, mercato e democrazie; l’individuo e la società di massa; un brano tratto da “L’infinito viaggiare” di Claudio Magris; gli omicidi politici e la ricerca sul cervello.

Gli studenti di tutti gli indirizzi all’ultimo anno di scuola superiore hanno affrontato le prime prove scritte. Sono oltre ottomila i bresciani, mentre in Trentino il numero esatto è di 3860 maturandi, distribuiti in istituti tecnici, licei e scuole professionali e più di duemila in provincia di Sondrio. Quanto al numero di classi coinvolte (riguardanti il Bresciano) la cifra è di 418, appartenenti ad un totale di 58 istituti, di cui 39 statali e 19 paritari.

In Trentino l’ammissione ha riguardato il 95 percento dei frequentanti le classi quinte. Nelle ultime ore Marta Dalmaso, assessore all’istruzione e allo sport della Provincia autonoma di Trento, ha fatto l’appello agli studenti trentini che domani affrontano la prima prova degli esami di maturità. ”So bene come l’appuntamento con gli esami di maturità rappresenti, per le nostre ragazze e i nostri ragazzi, un momento ricco di sfide e significato oltre che di comprensibile timore. L’augurio, sincero, è di vivere questa importante tappa con la necessaria serenità e consapevolezza. E’ anche nei giorni degli “esami” che i cittadini di domani continuano a tessere quella trama di impegno e responsabilità che è essenziale per la crescita della nostra comunità”.

Dopo la prova di italiano e quella odierna, specifica per ogni indirizzo di studio: quest’anno le materie sono  latino al liceo classico; matematica allo scientifico; lingua straniera al linguistico; pedagogia al liceo pedagogico; disegno geometrico, prospettiva, architettura all’artistico; economia aziendale a ragioneria; tecnologia delle costruzioni per i geometri; alimenti e alimentazione all’istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione. Lunedì la terza prova, temutissima, prima degli orali che dovranno finire quest’anno obbligatoriamente entro il 18 luglio per i Test d’ammissione alla maturità anticipati.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136