QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Maratona del cielo: Tom Bernardi svela l’edizione 2013

sabato, 8 giugno 2013

Corteno Golgi – Tra un mese esatto si correrà la “Maratona del cielo “, la tradizionale gara di sky race sulle montagne tra Valle Camonica e Valtellina. Il 7 luglio prossimo si corrono la maratona e la mezza. È la diciottesima volta che la piccola comunità di Santicolo  a Corteno Golgi e  le altre dieci frazioni del borgo camuno, sostenute da qualche anno anche dalla vicina Aprica, mettono in scena un evento di livello perlomeno nazionale. Tutti, lassù, sono coinvolti nella Sky e vi si dedicano col cuore. Primo tra pari, con la modestia che lo contraddistingue, il presidente del Comitato Organizzatore Tom, al secolo Gianluigi Bernardi. Gli abbiamo rivolto una semplice intervista, che di buon grado ci ha concesso.

A un mese dalla 18^ edizione della Maratona del Cielo, come vanno le cose dal punto di vista organizzativo?

“C’è tanto da fare, le cose sono sempre tante, non si finisce mai, ma il comitato organizzatore sta girando a pieno regime e arriveremo preparati al giorno delle gare”

Si semplifica sempre parlando di skymarathon; gli appassionati sanno che c’è anche l’opzione mezza maratona?

“Sono convinto che tanti atleti sottovalutano la durezza del nostro percorso di 42 chilometri; tanti fanno sì maratone, ma non con questi dislivelli e questi sentieri. Comunque attira di più fare una maratona che una mezza, anche a costo di essere fermati al cancello orario”.

Quali sono le principali novità dell’edizione 2013?

“La 18^ edizione ha rischiato di non essere disputata. La mancanza di risorse finanziarie si è fatta sentire e allora si è deciso di ridurre i costi e, pur mantenendo un elevato livello, siamo riusciti a mettere in calendario la manifestazione, che per il Comune di Corteno Golgi è l’evento sportivo di maggior rilievo e prestigio. Qui un grazie va all’amministrazione comunale, che ha voluto fortemente l’evento. Sono riuscito, dopo vari tentativi, a proporre una diretta dei momenti salienti della doppia competizione su Teleboario, della durata di circa due ore. È una novità assoluta anche per l’emittente, che ha accettato con entusiasmo la mia proposta”.

L’organizzazione sta facendo il possibile per contenere i costi di partecipazione degli skyrunner; come?

“Io sono a favore, bisogna tenere il costo d’iscrizione ai più bassi livelli, anche se vedo che in termini di raccolta iscrizioni non paga molto. Una promozione del 2013 è l’offerta del pernottamento in palestra a Corteno, con cena e prima colazione a prezzi contenutissimi”

La FSA (Federazione Sport Altitudine) vi è venuta incontro con la promozione della tessera …

“Sì, la FSA si è prestata al mio gioco e per la SkyMarathon Sentiero 4 Luglio, che è tra l’altro prova di Campionato Italiano, ha offerto la tessera scontata del 50%.”

Da esperto scialpinista, pensi che quest’anno avremo molta neve sul percorso della maratona?

“La neve è sempre stata presente sul tracciato della 42 km, per tante edizioni, e quindi sappiamo cosa fare per approntare un tracciato gara che metta in primo piano la sicurezza dei corridori. Credo che anche quest’anno avremo ancora parecchia neve sul percorso gara della maratona”.

Come procedono le iscrizioni? Ci sono già nomi importanti iscritti?

“Noto che gare prestigiose come la nostra e anche più promosse stentano a fare iscritti. E ti credo: si corrono in media tre-quattro gare a domenica e ogni settimana se ne aggiunge una nuova! Come fanno gli atleti? Si dividono e le gare contano sempre meno iscritti. La nostra è tra quelle con il montepremi più alto in Italia e questo attira molti atleti forti e alcuni di questi hanno già fatto pervenire l’iscrizione, ma tanti aspettano l’ultima settimana per decidere, visto che corrono quasi tutte le domeniche e che anche gli infortuni sono dietro l’angolo”.

Cosa bisogna fare per portare Kilian Jornet alla Maratona del Cielo?

“Credo che solo un grosso sponsor potrebbe riuscire a portare a Corteno un personaggio del suo calibro. Io mi accontento di vedere al via tanti bravi ragazzi che lavorano tutti i giorni e poi trovano ancora il tempo per allenarsi. Questo non vuol dire che non mi piacerebbe vedere al via tanti big”.

Ha seguito le prime sky lombarde della stagione: che aria tira nel mondo dello skyrunning?

“Come dicevo prima, ci sono tante gare e più o meno sempre i medesimi atleti che corrono”.

 Recentemente il CIO ha bocciato le aspirazioni dell’arrampicata sportiva per le Olimpiadi; pensi che ci arriverà un giorno lo skyrunning?

“Non esprimo il mio parere in merito, perché rischierei una denuncia. Mi è incomprensibile come si possano mandare alle Olimpiadi sport con poche centinaia di tesserati e poco spettacolari e bandire dai giochi altri sport che contano migliaia di tesserati e che sono molto più belli da seguire, anche a livello televisivo”.

E’ al tuo terzo anno da presidente del comitato organizzatore di una delle competizioni italiane più prestigiose, ma anche più impegnative dal punto di vista organizzativo; sei sempre motivato come all’inizio?

“C’é una domanda di riserva?”

La collaborazione con il Comune di Aprica continua in questo 2013, per il terzo anno consecutivo, con la partenza dalla località valtellinese. Sei soddisfatto di come funziona la cosa?

“Il Comune di Aprica è tra i nostri più grossi sostenitori; senza di loro la gara non si potrebbe svolgere e trovo sempre molta collaborazione. Quello che chiedo mi viene dato, stiamo lavorando per il medesimo intento”.

Il Sentiero 4 Luglio tornerà ad essere gara di Campionato del Mondo di skyrunning, come già tre volte in passato?

“Miracoli ne avvengono ancora e magari uno potrebbe capitare anche dalle nostre parti, ma solo un miracolo potrebbe portare una prova di campionato del mondo a Corteno e Aprica”.

Conclusione un po’ pessimista, Tom. L’obiettivo è riportare l’elite mondiale dello skyrunning dove Valcamonica e Valtellina (e Val di Scalve) s’incontrano. Forse la genuina passione per la montagna non lo richiede ed è straordinario che la Maratona del Cielo continui a rimanere lo stesso la gara più entusiasmante di Corteno e Aprica 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136