QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Mangia e Vai, l’assalto di quasi tremila persone e l’assaggio dei prodotti della Valle Camonica

domenica, 13 luglio 2014

Ponto di Legno (An. Col.) –  Un successo al di là di ogni aspettativa. Alla <Mangia e Via> sono state quasi tremila le persone che hanno partecipato e seguito l’evento che da ormai dieci anni caratterizza l’Alta Valle Camonica e che stamattina, prima sotto un pallido sole poi con un cielo che minacciava pioggia, si sono messe in viaggio dalla località Sant’Apollonia per raggiungere Case di Viso, in un itinerario unico nel suo genere. Soddisfatti gli organizzatori del Consorzio Adamello: <Il tempo rischiava di compromettere l’evento e invece tutto è andato per il meglio>.Case di Viso mangia e vai 30

IL LUOGO 

A Ponte di Legno sono salite famiglie, gruppi, giovani e meno giovani per una delle passeggiate enogastronomiche dell’Alta Valle Camonica. Antiche tradizioni gastronomiche hanno accompagnano gli ospiti in un percorso semi pianeggiante che si snoda lungo la Valle delle Messi e la Valle di Viso, per una lunghezza di circa undici chilometri e un dislivello in salita di soli 200 metri. La passeggiata è stata vissuta da tutti, bambini, adulti e anche anziani, e il tutto si è svolto nella massima tranquillità e sicurezza lungo le caratteristiche strade rurali circostanti le frazioni di Pezzo e Precasaglio nel comune di Ponte di Legno.

PEZZO E LA LAVORAZIONE DEL FORMAGGIO

Case di Viso mangia e vai 20

Uno dei primi punti di approdo dei turisti che hanno partecipato alla <Mangia e Vai> è stato il centro storico di Pezzo dove è stata presentata la lavorazione del formaggio da parte delle Aziende agricole Bezzi, Sant’Apollonia e Alfons David. Sono stati presentanti i vari tipi di formaggio con latte di capra e di mucca, Poi il tipo di prodotto che arriva sulle tavole. I promotori hanno ribadito che <in Alta Valle Camonica la lavorazione del formaggio avviene come un tempo, il metodo è il medesimo, i mezzi sono certamente diversi>. Soddisfatti anche le aziende agricole che presentavano i loro prodotti: <I visitatori hanno chiesto informazioni e hanno capito che da noi i prodotti sono genuini>. Pezzo con le sue aziende agricole è una delle realtà più importanti per la lavorazione del latte e del formaggio in Alta Valle Camonica.

L’ITINERARIO

Il percorso della <Mangia e vai> ha proposto altre tappe lungo  il percorso con assaggi di affettati nostrani, formagella, pane di segale e vino bianco, poi i famosi calsù, il brodo di gallina e infine il sorbetto. Prodotti tipici locali e piatti tradizionali cucinati con gli stessi ingredienti e metodi di una volta che sono stati distribuiti a tutti i partecipanti presso i punti ristoro allestiti lungo la camminata trascorrendo una giornata all’insegna dell’allegria e del divertimento. Il silenzio profondo delle nostre montagne rotto a tratti dal vociare festoso della gente e gli scenari suggestivi che si aprono ad ogni passo fanno di questo evento un’esperienza tra le più belle  tra le montagne camune. Nel pomeriggio la Messa nella chiesetta a Case di Viso, quindi il rientro con qualche goccia d’acqua a Ponte di Legno. <E’ stato stupendo – racconta Roberto Bulferi -. Era la prima volta che vi partecipavo e sono sicuro che la prossima volta mi ripresenterò per trascorrere una giornata diversa dalle altre e per conoscere le nostre bellissime montagne>.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136