QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Maltempo, Sonico: la paura è passata, chiusa l’Unità di crisi locale

giovedì, 6 novembre 2014

Sonico – La paura è definitivamente passata. Verso le 16 il sindaco di Sonico Gian Battista Pasquini ha chiuso l’Unità di Crisi locale (UCL). Le squadre impegnate sia di vigili del fuoco (del distaccamento di Edolo) che di protezione civile hanno smobilitato il presidio sul ponte di Rino.vigili del fuoco edolo

Dopo due giorni di massima allerta ora si può tirare un sospiro di sollievo: rimane la preoccupazione per una situazione, quella di Sonico, che rimane ad altissimo rischio ad ogni ondata di maltempo. Finanziamenti dalla Regione Lombardia sono già stati stanziati: si attende ora che le opere per la messa in sicurezza siano realizzate per garantire la salvaguardia di territorio, strade e centro abitato.

ALTRI INTERVENTI

Invece una frana  è caduto sulla strada provinciale 294 a Paisco, poco dopo l’abitato di Loveno in direzione del Passo del Vivione. I vigili del fuoco di Breno sono intervenute per mettere in sicurezza il tratto di carreggiata. la strada è stata sbarrata per il pericolo di altre frane, visto che si era abbassata di 60 centimetri verso valle e in alcuni punti era anche franata nel bosco sottostante. . Dai tecnici si è ritenuto troppo pericoloso permettere il transito, nonostante sia l’unica via d’accesso per raggiungere la zona del Passo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136