QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Maltempo, rischio temporali forti su tutta la Lombardia: le previsioni meteo

venerdì, 28 luglio 2017

Sonico – La Sala operativa della Protezione civile, la cui attivita’ e’ coordinata dall’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali, ha emesso un avviso di criticita’ regionale, codice giallo, (ordinaria criticita’) per rischio temporali forti su tutta la regione.

frana maltempo stradeMETEO – Il Centro funzionale monitoraggio rischi della Protezione civile di Regione Lombardia, sulla base delle previsioni meteorologiche emesse da Arpa-Smr, prevede rovesci e temporali dapprima sulle zone montuose dalla tarda mattinata di domani 29/07, successivamente e specialmente in serata anche sulla pianura. La Sala operativa evidenzia, inoltre, la possibilita’ di precipitazioni localmente abbondanti, grandinate di piccole-medie dimensioni e raffiche di vento.

A seguito delle valutazioni condotte sulla base della modellistica previsionale di riferimento, sui sistemi di monitoraggio e integrati con le segnalazioni dal territorio prevede un ‘Codice giallo’ (ordinaria criticita’) per gli scenari di rischio temporali forti e idraulico sulle zone omogenee: IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio); IM-02 (Media-bassa Valtellina, provincia Sondrio); IM-03 (Alta Valtellina, provincia Sondrio); IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese); IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province Como e Lecco); IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo), IM-07 (Valcamonica, province Bergamo e Brescia); IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia) e IM-09 (Nodo idraulico di Milano, province Como, Lecco, Monza Brianza, Milano e Varese); IM-10 (Pianura centrale, province Bergamo, Cremona, Lecco, Lodi, Monza e Brianza e Milano); IM-11 (Alta Pianura centrale, province Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova), IM-12 (Bassa pianura occidentale, province Cremona, Lodi, Milano e Pavia), IM-13 (Bassa pianura orientale, province Cremona e Mantova) e IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia) dalle ore 8 di sabato 29 luglio alla mezzanotte di domenica 30 luglio.

INDICAZIONI OPERATIVE – La Sala operativa regionale, pertanto,  chiede ai sistemi locali di protezione civile di attivare una fase operativa di ‘attenzione’, cioe’ di predisporre il sistema locale alla pronta attivazione di azioni di monitoraggio e contrasto, congruenti a quanto previsto nella pianificazione di emergenza comunale, per la salvaguardia della pubblica incolumita’ e la riduzione dei rischi. In particolare suggerisce ai Presidi territoriali di prestare attenzione a fenomeni che localmente potrebbero risultare pericolosi, quali: gli scenari di rischio temporali forti (rovesci intensi, fulmini, grandine, raffiche di vento) caratterizzati da elevata incertezza previsionale ma con effetti dannosi sul territorio, come danni a coperture e a strutture provvisorie; rottura di rami, caduta di alberi e abbattimento di pali, segnaletica e impalcature con conseguenti effetti sulla viabilita’ e sulle reti aeree di comunicazione e di distribuzione di servizi; danni alle colture agricole e agli automezzi a causa di grandinate; innesco di incendi e lesioni da fulminazione; possibili locali dissesti idrogeologici; problemi per la sicurezza dei voli amatoriali e delle attivita’ svolte sugli specchi lacuali; gli scenari di rischio idraulico, con effetti localizzati legati a innalzamenti dei livelli idrici, fenomeni di erosione spondale, possibili locali effetti di esondazione e/o insufficienza del reticolo di drenaggio urbano (in particolar modo nelle aree metropolitane), che potrebbero determinare pericolo per la sicurezza e integrita’ di beni e persone; allagamenti di locali interrati e di quelli posti a pian terreno lungo vie potenzialmente interessate da deflussi idrici; danni localizzati alle opere di contenimento e regimazione dei corsi d’acqua; danni localizzati a infrastrutture, edifici e attivita’ agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali situati in aree inondabili; danni a beni e servizi.

SEGNALAZIONI – la sala operativa regionale chiede, infine, di segnalare con tempestivita’ eventuali criticita’ che dovessero presentarsi sul proprio territorio in conseguenza del verificarsi dei fenomeni previsti, telefonando al numero verde della Sala operativa di Protezione civile regionale: 800.061.160 o via mail all’indirizzo: cfmr@protezionecivile.regione.lombardia.it


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136