QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Maltempo, nuova allerta regionale: in arrivo altra neve, rischio valanghe

lunedì, 8 febbraio 2016

Temù – Il Centro funzionale Monitoraggio rischi della Protezione civile regionale, la cui attivita’ e’ coordinata dall’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali, ha confermato la criticita’ moderata per rischio valanghe fino a revoca per la zona omogenea 54, relativa a Orobie e Prealpi bergamasche, con interessamento delle province di Bergamo, Brescia e Sondrio.neve tonale 3

LE ALTRE ZONE
Le altre zone di allerta – Prealpi occidentali (province di Como, Lecco, Varese), Retiche occidentali (province di Como, Sondrio), Retiche centrali (provincia di Sondrio), Retiche orientali (province di Brescia, Sondrio), Adamello (provincia di Brescia) e Prealpi bresciane – sono invece interessate da un livello di criticita’ ordinaria.

SITUAZIONE METEO
Per domani, martedi’ 9 febbraio, e’ previsto cielo coperto con precipitazioni diffuse, in intensificazione nel pomeriggio. Limite della neve oltre 1000 metri. Sono previsti accumuli di 20-50 cm di neve fresca. Tali nuovi apporti, accompagnati da forti venti in quota, andranno a sovraccaricare soprattutto i versanti settentrionali.

INDICAZIONI OPERATIVE
La nuova neve andra’ a ricoprire superfici estremamente irregolari, brinate, erose e spesso completamente scoperte oppure, in canali e avvallamenti, lastroni da vento recenti. Oltre il limite boschivo i legami con la neve vecchia saranno scarsi anche per la presenza di brina
superficiale.

Il distacco di piccole e medie valanghe di lastroni soffici sara’ possibile con debole sovraccarico su molti pendii ripidi. Saranno probabili diffusi scaricamenti e valanghe di piccole e medie dimensioni di lastroni soffici su molti pendii in particolare dei versanti settentrionali. Possibili singole valanghe di grandi dimensioni.

Il Centro funzionale Monitoraggio rischi della Protezione civile regionale suggerisce dunque di segnalare ogni evento significativo al numero verde della Sala Operativa 800.061.160 attivo h24.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136