QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Maltempo: intense precipitazioni in Lombardia e Trentino. Neve oltre i 1800 metri, rischio esondazioni e frane nelle valli

sabato, 15 novembre 2014

Sonico – E’ tornato il maltempo su gran parte del Nord, in particolare Lombardia e Trentino sono sotto piogge e nevicate – oltre i 1800/2000 metri di altitudine. I rischi maggiori sono nelle valli dove si temono smottamenti e anche allagamenti.

In Valle Camonica viene tenuto sotto controllo il torrente Re e la Val Rabbia, mentre a Malonno, Esine e Darfo preoccupano i torrenti in piena e il fiume Oglio.  Le previsioni indicano 48 ore di mSonico 41edia criticità, con una tregua di qualche ora e il ritorno del maltempo da lunedì.  Per questo il livello di guardia è alto, soprattutto nella zona orientale della Lombardia e Trentino. 

Il Sistema di Allerta Provinciale del Trentino ha infatti informato che sono attese precipitazioni intense e diffuse, nevose inizialmente oltre i 1800-2000 metri, in graduale abbassamento durante l’evento localmente fino a 1500 metri. Gran parte dell’evento si concentrerà nel pomeriggio-sera di oggi. Sarà interessato tutto il territorio provinciale trentino, specie i settori meridionali. Le nevicate saranno più significative sui settori settentrionali (30-50 centimetri). La perturbazione è accompagnata da venti forti meridionali in quota. Sono previste piogge abbondanti, mediamente tra i 40 e i 60 millimetri, con punte anche superiori a 80 millimetri sui settori meridionali. 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136