QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Malonno: spento il semaforo della discordia. Soddisfatti gli automobilisti in transito sulla statale 42

domenica, 1 febbraio 2015

Malonno – La protesta dell’Alta Valle Camonica ha colto nel segno. Il Comune di Malonno nel pomeriggio ha spento il semaforo sulla statale 42 del Tonale.

Infatti era lampeggiante e ciò ha reso felice tutti gli automobilisti in transito, tra cui i turisti al rientro dal fine settimana o da una giornata sulle piste da sci di Aprica o del comprensorio Temù-Ponte di Legno-Tonale.

Un quadro differente rispetto a sette giorni fa quando la coda nel pomeriggio-serata aveva raggiunto i sette chilometri. I sindaci e anche  dall’Adamello Ski avevano fatto sentire la voce e chiesto al sindaco di Malonno, Stefano Gelmi di rivedere l’accensione del semaforo. Il sindaco aveva più volte sottolineato che l’impianto semaforico era stato posizionato per la sicurezza dei pMalonno semaforoedoni e degli automobilisti che dal paese scendono verso la statale 42.

Il sindaco era già stato sollecitato – nel periodo natalizio – con una lettera inviata dal presidente di Adamello Ski, Mario Bezzi, al sindaco di Malonno per rivedere la programmazione del semaforo. Della questione ne è a conoscenza anche l’Anas che ha in gestione la statale 42.  Nel pomeriggio la decisione inattesa fino a pochi giorni fa: il semaforo del quadrivio era lampeggiante e le code sparite.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136