QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Malonno: la minoranza va all’attacco del sindaco Gelmi su tasse ed emolumenti della Giunta

lunedì, 20 luglio 2015

Malonno – Troppe tasse. Il dibattito politico si infiamma a Malonno: dopo il consiglio d’inizio luglio il gruppo di minoranza ha diffuso un volantino “Malonno Informa” criticando le scelte della Giunta guidata da Stefano Gelmi.

In particolare sulle tasse che i cittadini devono pagare al Comune. Secondo i consiglieri di minoranza Ezio Asticher e Alex Moreschi nei primi anni del mandato amministrativo di Gelmi sono quasi raddoppiate le tasse. Nel volantino distribuito in paese sono elencati i dati su Imu, Tasi e Irpef , con un confronto tra il 2012 e il 2015.

I consiglieri Asticher e Moreschi hanno evidenziato che dal maggio 2012 – quando venne eletto – il sindaco Gelmi si è “aumentato l’emolumento da 500 a 1.950 euro, arrivando a costare totalmente in tre anni quasi 100mila euro” Affermazioni che sono state diffuse in un volantino destinato a simu tassa spaventa italianicatenare numerose polemiche.

Ora – secondo i due consiglieri di minoranza – il sindaco dice di essersi ridotto del 10% lo stipendio, ma il dato è sicuramente superiore a quando ha iniziato il mandato. Tutto legittimo e secondo la legge, ma Ezio Asticher ed Alex Moreschi attaccano il sindaco Stefano Gelmi e la sua Giunta, imputandogli d’aver raddoppiato le tasse per residenti e turisti a fronte di una diminuzione dei loro emolumenti. Prima – sostiene la minoranza – si sono aumentati lo stipendio, poi per legge hanno dovuto ridurlo del 10%.

Adesso si attende la risposta del sindaco e della maggioranza e, dopo la vicenda del Pgt dello scorso autunno, il dibattito politico  è destinato ad infiammarsi e scatenare altre reazioni tra maggioranza e opposizione in questa già torrida estate.

Al. Pa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136